Bakery Piacenza in viaggio verso Mantova: le parole di coach Coppeta e Marques Green

159
0
foto Petrarelli

Dopo la sconfitta contro Verona, che ha fatto salire a due le sconfitte consecutive per la Bakery, coach Coppeta ha commentato così: “La nostra sconfitta contro Verona può essere ricondotta a diversi fattori. Offensivamente la sfortuna ha giocato un ruolo importante, perché le nostre costruzioni erano di buon livello. Difensivamente invece ci abbiamo messo del nostro. Dopo gli errori in attacco siamo rientrati male e, abbiamo lasciato i tiri facili a Ferguson e la schiacciata di Udom, che di fatto ha spezzato la parità a loro favore. La nostra pecca è stata mentale. Dobbiamo migliorare il nostro killer-instinct, perché arrivati a quel punto dovevamo concretizzare”.

Prossima tappa del cammino biancorosso è Mantova. La squadra lombarda ha cambiato allenatore (Finelli al posto di Seravalli, ndr) e, con il record di 2-6, ha bisogno di punti: “Il loro cambio in panchina non so in che misura possa influire sulla nostra preparazione. Logico che adesso sono spalle al muro e, dovranno dimostrare qualcosa. Dal punto di vista tattico invece va detto che Mantova ha un buon quintetto. Gente come Morse, Warren, Vencato e Cucci danno grande sostanza, e in più va ricordato che si sono giocati punto a punto quasi tutte le partite. I punti chiave della nostra trasferta saranno tre: Morse nel pitturato, la loro aggressività e migliorare il nostro killer-instinct”.

Unita alla voce del condottiero biancorosso, si alza quella del miglior assist-man del girone est: Marques Green.

Dopo il 76 pari, raggiunto con il canestro del nostro capitano, la difesa non è stata all’altezza del livello richiesto. Considerando quanto è importante la difesa e, che una buona applicazione difensiva ti può portare tante vittorie, la nostra mancanza è stata una grossa pecca. Inoltre abbiamo sbagliato alcuni tiri che avremmo dovuto segnare. Ora come ora – aggiunge il folletto di Philadelphia- non possiamo pensare a come cambiano i nostri avversari, ma solo a noi stessi. Perciò la testa è già a Mantova, per tornare a vincere

Ufficio Stampa Pallacanestro Piacentina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here