Il Gas and Heat Cus Pisa vince con merito gara 4 e conquista una storica promozione in C Gold. Quella di ieri è stata la vittoria di un gruppo dirigente che ha fortemente creduto nella possibilità di rilanciare questo sport a Pisa ma è stata soprattutto la vittoria di un gruppo di amici che ad un certo punto della loro vita hanno scelto di ritrovarsi assieme per amore di questo meraviglioso sport e della loro città e di tenersi uniti l’uno all’altro facendosi forza e passo dopo passo hanno saputo raggiungere l’ obbiettivo finale coinvolgendo durante la strada altri giovani che lontani per motivi di studio dalle loro famiglie non volevano rinunciare a quel sogno che li accompagna da quando, ancora bambini, iniziarono a calcare i campi di basket.

E’ festa al PalaCus

E’ la vittoria del talento ma anche quella dell’impegno e del sacrificio di un gruppo (giocatori staff tecnico e dirigenti) che ha affrontato con la massima professionalità ed impegno questo percorso spesso sottraendo tempo prezioso alle proprie famiglie, al lavoro ed allo studio. Il tutto in nome di un obbiettivo comune il cui raggiungimento assume davvero il sapore di un’impresa.

Eppure gara 4 non era iniziata benissimo per i pisani che mostravano di avere le polveri bagnate nel tiro da fuori dando l’opportunità agli avversari, pur in una giornata non straordinaria al tiro di chiudere avanti all’intervallo di otto lunghezza (26-34). Ma alla ripresa del gioco i gialloblù aumentavano la loro intensità di dando la sensazione di aver più frecce nel loro arco e più benzina in corpo degli avversari. E nel finale, ancora una volta, chiudeva il match uno scatenato Andrea Italiano, al quale crediamo sia giusto assegnare il titolo di MVP del campionato, per il contributo che ha saputo offrire durante tutta la stagione mostrandosi spesso decisivo nel finale dove ha sicuramente lasciato un segno indelebile.

Ma crediamo che un monumento spetti d diritto ad ognuno dei giocatori pisani. A partire da Luca Benini che ha dimostrato di essere non solo un giocatore vincente ma anche il centro più forte del campionato, in grado di fare la differenza anche nella serie superiore. All’inseparabile duo Francesco Fiorindi e Luca Siena che ha dato il via a questo progetto aggregando mano a mano tutti gli altri. Due giocatori che ancora una volta hanno dato prova del loro straordinario talento mostrando uno spirito vincente.

Al pari dei fratelli Andrea ed Alberto Lazzeri che si sono fatti apprezzare su tutti i campi con le loro giocate caratterizzate da un mix di classe sopraffina e forza fisica. Ed ancora Ludovico Quarta che quest’anno è letteralmente esploso dando un contributo fondamentale in questa stagione trionfale. E come non ricordare “AngelinoLasala che con la sua energia esplosiva spesso ha dato il “cambio di marcia” necessario per portare a casa vittorie preziose. Poi Lorenzo Mangoni giocatore che ha fatto della difesa la propria “filosofia di gioco”. studente modello frequentante la Scuola Superiore Sant’Anna a dimostrazione dell’importanza dello sport all’interno del percorso didattico universitario.

Ed ancora Cristian Giovani ed i giovanissimi Jacopo Giannelli e Giosuè Mariotti sempre bravi a farsi trovare pronti ogni volta che il coach li ha chiamati in causa. A completare il roster Lorenzo Raimo, fondamentale per tutta la regular season, al quale va un ringraziamento speciale della società per l’impegno profuso durante tutta la stagione anche quando, per le ben note regole federali, non è potuto scendere in campo.

Capitan Siena festeggia la vittoria del campionato con il tradizionale taglio della retina

Ma se si è riusciti a raggiungere questo risultato straordinario una parte importante del merito va riconosciuto anche allo staff tecnico guidato da Walter Angiolini che, al termine, di una carriera densa di successi da giocatore, coglie, da allenatore la sua seconda promozione in quattro anni. Con lui AndreaBenzaGiuntoli coach di grande esperienza proveniente da Altopascio che ha offerto un prezioso contributo. Ed ora come è giusto che sia “spazio alle danze ed ai festeggiamenti”. E’ giusto, infatti, che la città celebri questi ragazzi per quanto hanno saputo e potranno offrire al territorio ed al movimento cestistico pisano che, come dimostra, nonostante le limitazioni imposte dalla normativa sanitaria, l’importante affluenza di pubblico alle finali, ha davvero una gran voglia di basket di qualità.

GAS AND HEAT CUS PISA – DANY QUARRATA 64-54
Parziali: 13-11, 13-23, 20-10, 18-10

CUS PISA: Fiorindi 7, Italiano 19, Benini 6, Quarta 12, Lazzeri Alberto 7, Lazzeri Andrea 4, Mangoni, Lasala 2, Siena 8, Giovani ne, Giannelli ne, Mariotti ne. All: Angiolini
DANY QUARRATA : Biagi 6, Cannone 4, Chiti, Cukaj 1, Magnini 2, Nesi M., Nesi F. 7, Riccio 21, Toppo 10, Vettori 3, Zaccariello. All: Valerio

Photo Credits: Paola Licheri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here