Pallacanestro Bolzano sente il profumo delle sfide che contano e ne rimane inebriata, offrendo in due diverse occasioni, prima contro Futurosa (3A) e nella serata odierna contro Treviso (3A) , due prestazioni di assoluto livello.

A Trieste la difesa è stata imperforabile, contro Treviso il tiro da tre, con ben 12 bombe a segno, ha scavato un divario incolmabile, avverso alla formazione ospite che nella specialità è andata a segno solo una volta . La gara era molto attesa in casa bolzanina. Sul candido ed immacolato palmares fatto di vittorie le Sisters avevano una macchia, una sconfitta con un -13 patita a Treviso in una gara ben giocata dalle padrone di casa e condotta con sufficienza dalle altoatesine. Per togliere questa macchia era indispensabile la vittoria, utile oltre che per il giusto orgoglio, anche per consolidare la posizione in vetta alla classifica. Gli allenamenti della settimana erano stati duri, ma ciò che è successo venerdì sera ha fatto capire la tempra delle Sisters di quest’anno. Ad un certo punto dell’allenamento coach Pezzi ha dovuto sospendere la partita di rifinitura perchè la carica agonistica e l’impegno erano troppo alti in relazione alla seduta pre-gara. Per tutta la settimana il sentimento di rivincita è stato vivo e palpabile e l’inizio partita ne è stato testimonianza diretta.

Dopo la prima palla a due è iniziato uno show nel quale il primo canestro da due delle bolzanine è giunto dopo ben 4 bombe consecutive di pregevole fattura. Treviso annichilita e le Sisters veloci in contropiede ed in transizione prendono un bel vantaggio che alla fine del primo quarto si concretizza in un 26 a 12 che fa intendere molte cose.

Treviso è squadra ben impostata in difesa, si rimbocca le maniche e cerca di reagire per non uscire dalla partita. Inizia ad effettuare un marcamento molto aggressivo , allo scopo di interrompere lo show balistico delle biancorosse padrone di casa. L’intervallo di mezza gara segna 40 a 29, con entrambe le squadre che cercano di piazzare i colpi idonei per tramortire le avversarie. Bolzano veleggia con 14-16 punti di vantaggio ed il cambio di difesa ordinato da coach Pezzi nella ripresa sortisce subito importanti effetti. La zona non consente a Treviso le penetrazioni che avevano caratterizzato la prima parte della gara e che avevano consentito alle ragazze della Marca di rimanere, seppur con qualche falla, in linea di galleggiamento. La zona blocca le conclusioni da sotto e le tiratrici trevisane non si dimostrano irresistibili, come testimonia l’unico loro centro da tre messo a segno.

Il terzo quarto vede il nervosismo salire in casa trevisana, con l’espulsione della Presidente della Società ,seduta al tavolo della giuria, per veementi proteste succedute ad una presunta svista arbitrale , peraltro non segnalata dalle giocatrici ospiti agli stessi direttori di gara in tempo utile. L’episodio , abbastanza marginale per l’esito della gara, non ha avuto però effetti sull’esito della sfida, Bolzano vede dilatarsi il vantaggio oltre i trenta punti, con uno show balkistico di Kerin che manda in visibilio il pubblico, arricchito da una folta rappresentanza delle squadre minibasket della Società. Gli ultimi minuti sono solo uno scorrere del tempo per avvicinarsi alle docce, con le Sisters che conquistano la vittoria, la differenza punti e dimostrano di prepararsi in maniera adeguata alla fase più calda ed importante del Campionato.

Per Treviso, che ha combattuto con orgoglio e determinazione, confermando l’ottima impostazione difensiva della squadre, si sono poste in evidenza Pizzolato (12) sempre pericolosa nel tiro mid range, Rossetto ( 9 ) e Grigoletto ( 6 ) con alcune pregevoli percussioni e una ottima Gini dal perimetro ( 13 ).

Per Bolzano sontuosa prova di Ines Kerin ( 29 punti ed 8 bombe), MVP della gara ben affiancata da Fabbricini ( 14) e da una concreta Mossong che conquista la miglior valutazione della gara con un’ottimo 29. Da sottolineare il grande entusiasmo e la carica agonistica che le Sisters hanno messo in campo, oltre al gioco di squadra fluido e per nulla condizionato dalla durissima difesa avversaria. Solo 11 palle perse in tutta la gara testimoniano dell’attenzione e della concentrazione che ha animato le ragazze di Sandro Pezzi.

Per Bolzano continua la navigazione in vetta alla classifica, con alla vista l’ ostile trasferta a Casarsa, in Friuli. Cogliere una vittoria sarebbe un altro deciso passo di avvicinamento ai playoff. Treviso deve lottare con tutte le energie contro la sorte non proprio favorevole, cercando vittorie per agganciare il terzo posto che la sconfitta di Bolzano ha fatto dolorosamente abbandonare.

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO – CB STAMPI TREVISO 75-53
Parziali: 26-12, 14-17, 28-9, 7-15

Bolzano: Luppi 2, Mossong 15, Gottardi 3, Rossi, Giangrasso 9, Alberti, Fabbricini 14, Kerin 29, Assentato, Hafner Dani 3, Marcello, Miriam Hafner. Allenatore: Pezzi

Treviso: Dalla Riva, Gasparini, Zanatta C. 3, Schiavon 1, Pizzolato 12, Devetta, Grigoletto 6, Gini13, Rossetto 9, Perocco, Kanynda, Zanatta F. 10. Allenatore: Montelatici

Arbitri Azzali di Verona e Tadic di Borgo Valsugana

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Bolzano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here