Leggi tutti i contenuti

OrzinuoviRoseto è la finale di Supercoppa di serie B Battute in semifinale rispettivamente Legnano e Sant’Antimo al termine di due gare comunque combattute.

3G Electronics Legnano – Agribertocchi Orzinuovi 66-70

Inizio spumeggiante della compagine allenata da coach Marco Calvani che segna sempre mostrando una semplicità nel trovare la via del canestro disarmante per una Legnano che da par suo riesce comunque nel finale di primo periodo a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio sul 19-28.

Nel secondo quarto, con i punti di Michael Sacchettini e Saverio Mazzantini, la 3g Electronics trova addirittura quello che sarà l’unico vantaggio della gara sul 38-37 prima della tripla di Alessandro Procacci che manda le squadre al riposo lungo sul 38-40.

Non cambia il tema della sfida neanche alla ripresa del gioco con Orzinuovi sempre avanti ma senza mai allungare definitivamente ed invece la compagine guidata da coach Riccardo Eliantonio che non molla e si entra negli ultimi dieci minuti sul 53-57.

Le squadre appaiono molto stanche e trovano con fatica il canestro col punteggio che resta per tre giri di orologio sul 56-64 prima del canestro di Nicolas Alessandrini che mette praticamente fine alle speranze di Legnano che può solo accorciare le distanze e chiudere sul -4 (66-70).

3G Electronics Legnano Knights: Michael Sacchettini 19 (8/14, 0/0), Giacomo Leardini 13 (2/3, 2/6), Saverio Mazzantini 10 (1/6, 2/4), Gian Marco Drocker 9 (2/4, 1/2), Diego Terenzi 8 (3/7, 0/3), Luca Antonietti 7 (2/2, 1/1), Juan Marcos Casini 0 (0/0, 0/3), Francesco Amorelli, Tommaso Marino, Alessandro Ferrario, Riccardo Cucchi, Matteo Bassani

Agribertocchi Orzinuovi: Marco Planezio 12 (3/3, 2/4), Alessandro Procacci 12 (1/1, 2/6), Emanuele Trapani 11 (3/5, 1/4), Nicolas Alessandrini 7 (2/5, 1/1), Ennio Leonzio 7 (2/7, 0/3), Destiny Agbamu 7 (1/2, 1/2), Mattia Da campo 6 (2/3, 0/1), Giovanni Gasparin 4 (0/1, 1/2), Riziero Ponziani 4 (2/5, 0/0), Emanuele Carnevale, Daniel Trebeschi

Le parole dei due coach nel postpartita ai microfoni del nostro Simone Franco

Riccardo Eliantonio (3G Electronics Legnano Knights):
Indubbiamente ci è mancata un po’ di lucidità nel finale della gara ma abbiamo lottato sino alla sirena anche senza un giocatore per noi molto importante come Tommaso Marino. Devo fare i complimenti sia ai miei ragazzi perché hanno dato tutto in campo, che a Orzinuovi che ha meritato il successo visto che è stata avanti nel punteggio praticamente per tutti e quaranta i minuti. Credo che di più in questo momento della stagione non potessimo fare, ora testa al campionato che ci vedrà affrontare un girone veramente ostico.”
Marco Calvani (Agribertocchi Orzinuovi):
“Siamo molto contenti per aver raggiunto una finale che è un traguardo storico per questa società e che dedichiamo ovviamente a tutto il club, al Presidente Zanotti e a tutti i nostri tifosi. Abbiamo giocato un primo quarto direi entusiasmante sia offensivamente che difensivamente considerando anche che da poco tempo ci alleniamo insieme e nessun giocatore aveva mai militato nella stessa squadra. Nel secondo periodo siamo un po’ calati anche per grande merito di una ottima Legnano alla quale faccio i complimenti per la bella prestazione nonostante l’assenza di Tommaso Marino, mentre nei venti minuti conclusivi siamo stati abbastanza in controllo della sfida e bravissimi a tenere difensivamente contro un attacco forte come il loro. Stiamo acquisendo grande consapevolezza nei nostri mezzi e aspettiamo con fiducia la gara di domani qualunque sia il nostro avversario.”

Liofilchem Roseto – Geko PSA Sant’Antimo 68-65

Dopo un inizio equilibrato, Roseto prende in mano le redini della sfida sul finire di primo quarto e, grazie ai canestri in particolare di Mattia Mastroianni, arriva al 10′ sul 20-14. Le triple di Marco Mennella prima e Roberto Maggio poi, riportano a stretto contatto i campani che operano anche il sorpasso sul 20-22 ma pagano a carissimo prezzo la netta differenza a rimbalzo (29-12) tornando sotto a metà gara con il tabellone che indica 40-36. Un super Nemanja Dincic segna praticamente otto punti di fila ma gli abruzzesi non riescono a scrollarsi di dosso un coriacea Sant’Antimo che rimane a stretto contatto ed entra nei dieci minuti finali con un solo possesso, seppur pieno, da recuperare sul 55-52.

Inizia in equilibrio anche l’ultimo periodo dove però emerge la classe di Marco Santiangeli che sigla la tripla che vale il +11 per la Liofilchem con circa quattro minuti sul cronometro. La Geko però non ci sta e torna a -4 con ottanta secondi da giocare. Nicolas Morici segna un incredibile tap-in ma Roberto Maggio dall’altra parte riporta i suoi sul -3. Roseto sbaglia da tre punti, cattura il rimbalzo ma sulla rimessa successiva perde la palla con cinque secondi sul cronometro che non bastano però ai campani per costruire un tiro che vada a segno visto che il solito Maggio se lo prende ma lo sbaglia e peraltro sarebbe stato da due punti. Finisce così 68-65.

Liofilchem Roseto: Nemanja Dincic 19 (4/7, 3/6), Marco Santiangeli 15 (2/6, 3/6), Mattia Mastroianni 9 (3/4, 1/2), Magaye Seck 7 (3/6, 0/0), Alfonso Zampogna 6 (1/2, 1/6), Edoardo Di emidio 5 (1/1, 1/5), Nicolas Morici 4 (1/9, 0/1), Edoardo Ronca 3 (1/2, 0/0), Gianmarco Fiusco (0/2, 0/2), Alessio Natalini.

Geko PSA Sant’Antimo: Guido Scali 18 (3/5, 3/5), Giorgio Sgobba 15 (3/6, 2/5), Andrea Quarisa 9 (3/6, 0/0), Roberto Maggio 7 (0/1, 2/6), Marco Mennella 7 (0/5, 2/7), Carlo Cantone 5 (1/4, 1/4), Fabio Montanari 2 (1/3, 0/2), Andrea Sabatino 2 (0/0, 0/0), Simon obinna Anaekwe, Flavio Cannavina, Streten Coralic.

Le parole dei due coach nel postpartita ai microfoni del nostro Simone Franco

Danilo Quaglia (Liofilchem Roseto):
Certamente non è stata una partita semplice per noi in questo momento della stagione nel quale non siamo come vorremmo essere perché dobbiamo ancora trovare equilibri e gerarchie ma siamo molto contenti per la vittoria che ci regala una prestigiosa finale, importantissima da raggiungere. Abbiamo vinto piuttosto nettamente la lotta a rimbalzo e sono molto soddisfatto di questo perché abbiamo lavorato su questo fondamentale ma poi non è mai semplice fare le cose giuste. Domani speriamo di fare un ulteriore passo avanti.”

Marco Gandini (Geko PSA Sant’Antimo):
In una partita che si decide così nel finale logicamente sono i dettagli a farla vincere o perdere, noi siamo andati molto male a rimbalzo difensivo nel primo tempo, meglio decisamente nel secondo ma d’altra parte abbiamo sofferto sempre in attacco la loro aggressività difensiva. E’ stata una settimana molto intensa con tanti viaggi lunghi e pochi allenamenti e dunque siamo molto contenti di quello che abbiamo fatto. La squadra mette sempre qualcosa in più e questo ci dà fiducia per il campionato anche se devo ammettere che oggi ho visto nei ragazzi un po’ di ovvia stanchezza.”

in copertina un momento della semifinale tra Legnano e Orzinuovi                      Photocredits: www.legnanobasket.it

Articolo precedentePreseason: Convincente successo per l’Alfa Basket Catania in amichevole contro Gravina
Articolo successivoBologna Basket 2016: vittoria in preseason nell’amichevole con Molinella
Simone Franco, classe '79, appassionato di tutti gli sport in particolare del meraviglioso gioco della pallacanestro dalle categorie minori alla NBA. Scrivo liberamente fin da ragazzo e da qualche anno ho realizzato il mio sogno di poter condividere con gli altri le emozioni che regala una partita di basket ed ora sono entusiasta di poterlo fare anche attraverso Basketworldlife.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here