La Staff Mantova conquista una prestigiosa vittoria contro la Fortitudo Bologna per 89-80 supportata dai 2.000 tifosi della Grana Padano Arena. Gli Stings tornano subito al successo dopo il passo falso con Rimini della settimana scorsa.

La Fortitudo parte meglio con un parziale di 5-0 nei primi due minuti e una Mantova poco consistente in zona offensiva. L’inerzia della partita cambia grazie a Cortese e Miles che pareggiano i conti e permettono alla Staff di entrare in partita. La gara si fa più equilibrata, con gli Stings che crescono anche in fase difensiva chiudendo le varie iniziative di Fantinelli e Thornton. Col passare dei minuti i biancorossi aumentano la propria fiducia (anche grazie all’ingresso in campo di Palermo e Veronesi e riescono a passare in vantaggio chiudendo il primo quarto sul 19-14.

Nel secondo quarto Mantova mantiene la leadership dell’incontro, mentre la Fortitudo fatica a rendersi pericolosa in area. Il timeout di coach Dalmonte ridà slancio a Bologna, che prova ad alzare la fisicità sia in attacco sia in difesa. Gli Stings assorbono bene il colpo e con Calzavara e Miles riescono a portarsi sul +10 (34-24 al 16’). Bologna risponde con Italiano e Cucci e si riporta a -8, ma nel finale del primo tempo c’è spazio per uno scatenato Veronesi che firma il +14, prima che la bomba di Panni fermi il tabellone sul 44-33 al 20’.

Al ritorno in campo, Bologna piazza la reazione di rabbia con un parziale di 5-0 che la rimette in carreggiata. Mantova però non molla e ritrova immediatamente intensità in attacco con la tripla di Cortese. La gara si fa tirata, con contatti e colpi duri da una parte e dall’altra e la Grana Padano Arena che si fa sempre più presente in campo. A spezzare l’equilibrio è Ross che, dopo un primo tempo da solo un punto, diventa il protagonista degli Stings mettendo la sua squadra sul +14. La Fortitudo va in difficoltà e vede scivolare via la partita, con la Staff che aumenta il proprio distacco fino al +16 sempre con lo scatenato Ross. Poi Barbante e Fantinelli siglano i 4 punti per il 66-52 al 30’.

In avvio di ultimo quarto, Bologna torna a farsi vedere con Italiano e Panni mettendo paura agli Stings e rientrando a -7. La Staff non demorde e tiene alto il ritmo in attacco con Veronesi e Palermo, il quale continua ad entrare sempre di più nei meccanismi della squadra di coach Valli. Al 33’ arriva uno dei momenti clou della sfida col tecnico fischiato a Italiano che, sommato all’antisportivo del primo tempo, condanna l’ala bolognese all’espulsione. Mantova ne approfitta subito portandosi sul +17 e mettendo praticamente in ghiaccio la partita. Bologna, però, non molla e, senza nulla da perdere, inizia la rimonta avvicinandosi fino al -4. Nonostante l’uscita di Cucci per il quinto fallo e l’espulsione di Biordi, la Effe mette paura a Mantova, ma Calzavara sigla i due punti più importanti dell’incontro ridando due possessi di vantaggio ai suoi. Poi i tiri liberi di Cortese e Ross chiudono la partita.

Staff Mantova – Fortitudo Kigili Bologna 89-80

(19-14, 25-19, 22-21, 23-26)

Staff Mantova: Ross 20 (4/6, 2/6), Miles 16 (4/7, 1/5), Veronesi 15 (2/4, 3/7), Cortese 14 (1/3, 3/4), Palermo 7 (2/2, 1/2), Calzavara 6 (3/6, 0/0), Janelidze 4 (2/2, 0/0), Criconia 3 (0/0, 1/3), Thioune 2 (1/3, 0/0), Morgillo 2 (1/4, 0/0). Coach: Valli.

Fortitudo Kigili Bologna: Fantinelli 23 (6/8, 3/3), Cucci 12 (2/5, 2/5), Italiano 12 (0/2, 1/2), Panni 11 (1/6, 3/7), Thornton 8 (2/7, 1/7), Barbante 8 (4/7, 0/0), Paci 4 (2/2, 0/0), Biordi 2 (0/0, 0/0), Natalini ne, Lorenzo Bonfiglioli ne. Coach: Dalmonte.

Arbitri: Caforio, Pellicani e Ugolini

Photocredits: Federico Tamassia

Articolo precedenteBlu Basket allunga la striscia vincente. Con Piacenza quarta vittoria consecutiva
Articolo successivoOttovolante Autosped. Castelnuovo batte Vicenza e rimane imbattuta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here