Pur senza straniero, senza Benvenuti e senza Pazin, l’Unieuro Forlì vince con determinazione, aggressività e volontà: è questa la squadra che scende in campo e batte San Severo, portando 4 giocatori in doppia cifra e mettendo in campo una prova di grande sostanza.

La Pallacanestro 2.015 ospita poi i tifosi che compiono gli anni nel mese di febbraio, festeggiando così il compleanno all’Unieuro Arena.

PRIMO QUARTO. Dell’Agnello comincia con Palumbo, Giachetti, Rush, Natali e Bruttini. L’Unieuro inizia con il piede giusto e, con tre triple nei primi quattro minuti di Rush, ed una difesa che porta San Severo a fare fatica a trovare il canestro, si costruisce un margine di vantaggio che tocca il 20-9 a metà periodo. I biancorossi non si fermano e continuano a giocare una gara concreta, con coach Dell’Agnello che sfrutta la panchina inserendo anche Zambianchi (bentornato, dopo il grave infortunio della scorsa stagione) e Babacar: il primo quarto si chiude sul 31-19, con il “buzzer beater” di Palumbo.
SECONDO QUARTO. Giachetti è protagonista assoluto in avvio di periodo, con due assist al bacio per Bruttini e Rush, e quattro punti di puro talento (38-26). La Cestistica prova a ricucire il margine di svantaggio, ma i biancorossi rimangono concentrati e spediscono al mittente ogni tentativo di avvicinamento: i canestri di Palumbo, Pullazi e Bruttini portano al +10 a fine primo tempo (50-40).
TERZO QUARTO. Quattro punti di Bolpin aprono il secondo tempo, prima che l’Allianz tocchi il -8 sul 55-47 con la tripla di Sabin. Ma, ancora una volta, l’Unieuro si riprende la partita, con alcune grandi difese (tra le altre, due sfondamenti consecutivi presi da Rush su Sabin) ed una determinazione che portano San Severo a segnare solo 3 punti in 7 minuti; in attacco, viene infilato un parziale di 13-3 con le triple di Rush e Natali, la sostanza di Pullazi e l’appoggio di Ndour su assist al bacio di Bolpin: alla terza sirena è +18, 68-50.
QUARTO QUARTO. Sono gli ospiti a cominciare meglio l’ultimo quarto, trovando il canestro con più continuità. Ma la reazione biancorossa si vede negli occhi di chi è in campo, e nelle giocate che valgono la partita, come la stoppata e la rubata di Palumbo che si prende gli applausi dell’Unieuro Arena: viene mantenuto il margine di vantaggio, e la tripla di Natali del 76-60 è un mattoncino importante nella gara, quando si entra negli ultimi 4 minuti. La tripla di Ruh è quella del game, set e match: finisce 85-70 e l’Unieuro Arena applaude meritatamente i biancorossi.

Unieuro Forlì – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 85-70

(31-19; 50-40; 68-50)
Unieuro Forlì: Rush 22, Giachetti 8, Natali 10, Palumbo 13, Bolpin 8, Serra ne, Sampieri ne, Ndour 2, Zambianchi, Bruttini 9, Pullazi 13. All: Dell’Agnello.
Allianz San Severo: Tortu 12, Bertini ne, Serpilli 5, Sabatino 10, Sabin 23, Piccoli 3, Berra, Pepper 4, Petrushevski, Moretti 3, Chiapparini ne, De Gregori 10. All: Bechi.

Arbitri: Radaelli, Almerigogna, Bramante

Area Comunicazione Pallacanestro Forlì 2.015                                                           Photocredits: Massimo Nazzaro

Articolo precedenteA2 Girone Rosso: Pazzesca Chiusi. L’Umana batte 74-71 la capolista Scafati
Articolo successivoA2: La JBM riprende la corsa. Superata l’Assigeco al PalaEnergica 79-75

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here