Si era capito capito da tempo che la situazione era grave, ma tutti speravano nell’ultima disperata reazione in grado di risolvere tutto e consentire alla Virtus Roma, al grande basket della capitale, di continuare ed andare avanti ancora una volta. La famiglia Toti dopo 20 anni ha deciso di interrompere questa avventura e ha detto basta.

Di seguito la nota della società capitolina:

Nella serata di ieri la Virtus Roma ha comunicato con vivo rammarico a FIP e Lega Basket Serie A la decisione assunta dal Consiglio di Amministrazione di ritirare la società dal campionato in corso.

Tale sofferta decisione è stata presa dopo aver constatato l’assoluta e oggettiva impossibilità di sostenere i costi necessari per portare a termine la stagione.

Il protrarsi della legislazione emergenziale relativa alla pandemia ha provocato, in modo non preventivabile e non evitabile, il totale azzeramento dei ricavi; e la compagine sociale, che pure ha sostenuto per decenni, con notevoli sacrifici economici, l’attività sportiva della squadra ha dichiarato la propria indisponibilità – in considerazione del particolarissimo e imprevedibile momento storico – a proseguire nel farlo.

Il tentativo di trovare soggetti disposti ad acquisire o a sostenere in qualunque modo la società è stato svolto in ogni direzione, in Italia e oltre oceano, ma nessuno di questi, nonostante le vantaggiose condizioni proposte, ha dato esito positivo, probabilmente avendo constatato l’impossibilità di generare ricavi.

È forte il rammarico, sia in considerazione della storia sportiva della società, sia della sua importanza per la città di Roma, sia per il disagio creato allo svolgimento del campionato. Tuttavia, la decisione è stata resa inevitabile dagli eventi.

Articolo precedenteA2 femminile: Domenica, contro la Virtus Cagliari riprende il campionato della Pallacanestro Bolzano
Articolo successivoSerie B: Lorenzo D’Alessandro è un nuovo giocatore dell’Omnia Pavia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here