La Gea Grosseto esce sconfitta dal campo dell’imbattuta capolista Pallacanestro Firenze (71-27) in una gara che si presentava impossibile fin dal salto a due.

Le grossetane hanno retto bene nel primo quarto, rimanendo avanti fino a 2’ dalla finale, prima di lasciare il passo alle locali, che hanno iniziato a giocare sul serio facendo di essere di un’altra categoria, Senza Camilla Amendolea, rimasta a Livorno a causa dell’influenza, la Gea non è riuscita a mettere un freno alla strapotere fisico delle padrone di casa, che con il passare dei minuti si sono allontanate sempre di più.

Elena Furi è l’unica che ha cercato di avvicinare il quintetto allenato da Rossini. Nell’ultimo quarto Grosseto è stato per nove minuti senza segnare e ha firmato poco prima della sirena gli ultimi sei punti, tutti con la Furi, che ha centrato due liberi e ha messo due tiri da due. «Potevamo fare qualcosa in più nella fase offensiva – commenta il coach Luca Faraglima in difesa era impossibile reggere una squadra simile, che non ha messo in campo nemmeno la sua pivot più forte. Diciamo che per noi è stato un buon allenamento. Abbiamo provate alcune soluzioni per sabato prossimo: al Palasport di via Austria arriverà il San Giovanni Valdarno e non potremo fallire».

Palagiaccio P.F. Firenze – Gea Basketball Grosseto 71-27
Parziali: 18-12, 36-17, 56-21

Palagiaccio: Boni 9, M. Rossini 13, Camazzola, Mirabefer 9, S. Rossini 2, Evangelista 4, Carreras 7, Diouf 5, Costani, Corsi, Conti 11, Donato 11. All. Corsini.

Gea Grosseto: Masini 2, Furi 12, Simonelli 12, Giulia Camarri 2, Chiara Camarri 2, Bellocchio 2, Sposato 3, Lambardi, Benedetti 4, Di Stano. All. Luca Faragli.

Arbitri: Matteo Landi di Pontedera e Andrea Zini di Pistoia.

 

Ufficio Stampa Gea Basketball Grosseto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here