Eurolega : facciamo il punto alla 12.a giornata

159
0

Eurolega che a poco a poco si avvicina al giro di boa della regular season, con un altro piccolo passo verso la meta rappresentato dalla 12^ giornata, appena andata in archivio. Ecco come stanno andando le cose nella competizione europea più ambita.

Fenerbache, che ritmo! Dopo 12 partite la classifica dice Fenerbache, con i turchi al comando con undici successi ed una sola sconfitta. Dopo essere caduti sul campo di Anadolu Efes alla quarta giornata, gli uomini di Zeljko Obradovic hanno infilato otto vittorie consecutive, l’ultima in casa nella bella partita contro Milano, terminata 92-85 per la capolista. Nel suo cammino Fenerbache ha saputo raccogliere vittorie molto importanti, che hanno evidenziato, oltre all’indubbio tasso tecnico della squadra, anche un gran carattere nello spogliatoio di coach Obradovic, come ad esempio il successo interno contro il Bayern Monaco 88-85 nella partita successiva a quella contro Anadolu, oppure il sudatissimo 72-73 fuori casa sul campo dell’Olympiacos, vittorie che hanno innalzato il morale della squadra permettendole di portare a casa finora due punti in più del Real Madrid, prima inseguitrice. Prossimo turno appuntamento di fuoco: a casa del Fenerbache arriva il CSKA.

Real, 2^ posto insieme al CSKA Un’altra squadra che merita un approfondimento è proprio il Real Madrid, che ha fatto sue dieci delle dodici partite stagionali per issarsi al secondo posto in graduatoria dietro a Fenerbache ed al pari del CSKA Mosca. Gli spagnoli ed i russi, incontratisi in semifinale lo scorso anno, stanno confermando di essere tra le favorite di questa Eurolega al pari proprio di Fenerbache, non a caso sono proprio queste tre squadre ad essere nelle prime tre posizioni. Per quanto riguarda il Real, la squadra che finora ha messo insieme più punti in partita (1078, nessuno come loro) dopo l’iniziale striscia di otto successi consecutivi sono arrivati lo stop alla nona giornata con Olympiacos e subito dopo alla decima quello proprio con il CSKA, anch’essa caduta al nono turno contro Buducnost prima di perdere ancora con Saski Baskonia due giornate più tardi. Real che dunque guarda con attenzione al prossimo turno, dove come detto si incroceranno Fenerbache e CSKA Mosca: i madridisti vogliono vincere per poter guadagnare due punti su chi tra turchi e russi uscirà sconfitto nel prossimo turno.

Anadolu Efes, che sorpresa! Ultimi lo scorso anno, incredibilmente quarti al momento. È la favola di Anadolu Efes, i turchi guidati da Ergin Ataman che nonostante le ultime due sconfitte in Grecia contro Olympiacos 88-81 nell’ultimo turno e quella col Real nel turno precedente si trovano al quarto posto nella classifica generale, con ben otto vittorie in dodici partite. Incedibile pensare che lo scorso anno in regular season le vittorie furono appena sette in trenta incontri, ma quest’anno coach Ataman e la sua squadra si stanno superando e la speranza per la squadra di Istanbul è che il sogno possa proseguire. Ad arricchire la stagione dei turchi alcuni successi da favola come quello ad inizio campionato contro il Bayern Monaco (un netto 71-90 in Germania), quello prestigiosissimo nel quarto turno contro Fenerbache (89-83). Risultati oltre le aspettative per Anadolu Efes, che nella prossima sfida casalinga contro Buducnost (partita assolutamente alla portata) vuole tornare a macinare punti.

Olimpia, serve reagire Dopo sei vittorie nelle prime otto partite, sono arrivate ben quattro sconfitte consecutive che hanno rallentato la scalata dell’Olimpia Milano dopo un inizio di stagione da favola. Gli uomini di coach Pianigiani occupano al momento la settima piazza in campionato, grazie come detto a sei vittorie, così come Panathinaikos, Bayern Monaco e Barcellona. Nelle ultime uscite Milano non ha dato il meglio di sé (fa ancora rumore il tonfo casalingo con Gran Canaria nell’ undicesimo turno) , ma ha comunque combattuto nell’ultima partita contro la capolista Fenerbache, con sette punti a dividere le due squadre a fine partita. Sebbene sempre di sconfitta si tratti, per Milano una bella prova che serve a dare morale: all’orizzonte adesso c’è il Bayern Monaco, sfida nella quale l’Olimpia vuole tornare a vincere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here