Prende il via oggi a Pinarella di Cervia, in provincia di Ravenna il secondo campionato nazionale AICS di Sand Basket.

Dal 4 al 6 settembre presso la struttura del Club Vacanze In & Resort della cittadina romagnola, le finali della pallacanestro sulla spiaggia animeranno i campi allestistiti a ridosso del mare, che vedranno scendere in campo le categorie under (dai 12 ai 15 anni) e senior (over 16), maschili e femminili misti.

Dopo il successo delle finali scudetto 2019 di Gallipoli, abbiamo raggiunto telefonicamente i fratelli Gianpaolo e Raffaele Porfidia ideatori di Sand Basket.

Giampaolo e Raffaele Porfidia ideatori di Sand Basket

Sono molto soddisfatto, esordisce Raffaele Porfidia, perché, per il secondo anno consecutivo e nonostante questa brutta pandemia che non ha consentito la disputa di alcune tappe già programmate dalla passata stagione, il Sand Basket si conferma una delle discipline più in voga dell’estate… Dal punto di vista tecnico ci aspettiamo molto anche da questa Finale Nazionale, e posso garantirvi che stiamo lavorando anche per delle piccole modifiche al regolamento esecutivo, per rendere la disciplina ancora più spettacolare a partire dalla stagione 2020/2021.

Proprio sull’aspetto regolamento, prosegue Raffaele, infatti stiamo sperimentando una nuova idea di “CONTESA” che possa anche abbracciare regole che ci piacciono di altri “sport d’acqua”, stiamo pensando ad un CANESTRO che possa avere un valore in termini di punti maggiore di 3, vedi una realizzazione dovuta ad un tiro realizzato direttamente dal rimbalzista difensivo e comunque senza il trascinamento … insomma in pentola bollono tante.

Gli fa eco il fratello Gianpaolo (ex giocatore professionista con una carriera tra Serie B e C1 e presidente della Polisportiva Supernova di Fiumicino n.d.r.) al quale abbiamo chiesto che tipo di finali saranno quelle dell’edizione 2020. “Sarà una Finale Nazionale all’insegna del rispetto, tenendo conto del momento attuale con il quale ci troviamo a convivere, ma anche all’insegna del divertimento. Due aspetti diversi tra di loro ma che possono miscelarsi alla perfezione. In queste settimane infatti, grazie anche al supporto di Debora Nuti e del suo staff, abbiamo lavorato con grande impegno per organizzare tutto nei minimi dettagli. Rispettare il protocollo Covid è fondamentale per poi consentire a tutte le squadre, Senior e Under che andranno alla conquista del rispettivo Scudetto, di divertirsi in spiaggia durante il prossimo week-end”.

C’è voglia di ripartire, c’è voglia di ritornare in campo dopo l’emergenza Covid. Cosa vi ha spinto ad organizzare con tanto sacrificio e tante difficoltà l’edizione di quest’annoL’amore della gente verso il Sand Basket e la loro voglia di voler a tutti i costi essere protagonisti anche nel corso dell’estate 2020. Ovviamente a causa di tutte le problematiche sorte all’inizio di quest’anno abbiamo deciso di fare inevitabilmente un passo indietro e annullare le tappe regionali, ma la spinta emotiva delle persone ci ha indotto a organizzare comunque qualche evento dimostrativo in giro per l’Italia. Questo perché il Sand non è solo divertimento, agonismo e competitività, ma è anche e soprattutto aggregazione. Per noi l’aspetto sociale è fondamentale e su questo stiamo battendo molto, l’augurio è che in futuro anche i vari organi competenti e le aziende del belpaese possano comprendere la bontà del nostro progetto e affiancarlo con entusiasmo

Le partite di Sand Basket si giocano in 4 contro 4, in assenza di palleggio, su un campo più piccolo di quello regolamentare (20×12) e con il canestro abbassato di 10 centimetri rispetto ai 3.05 metri regolamentari. Il Sand Basket è una disciplina riconosciuta dall’ente di promozione AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport).

Di seguito il Programma delle Finali Nazionali 2020

In attesa di assegnare il secondo Scudetto riviviamo le emozioni della Finale Nazionale 2019

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here