Leggi tutti i contenuti

“Filantropia”, composta dalle parole “philìa”, amore od amicizia, e “ànthropos”, uomo. Letteralmente dal greco, “amore per l’uomo”. Con filantropia oggi intendiamo un’azione solidale, volta al benessere del prossimo. Un’azione tipo quella di Giorgio Armani, capace di donare 1 milione e 250 mila euro per l’emergenza legata al Coronavirus.

Armani dona oltre un milione di euro

Il gruppo Armani ha scelto di dare il suo contributo in questo momento così difficile, per il mondo in generale, e per l’Italia in particolare. A beneficiare della donazione saranno il Luigi Sacco, il San Raffaele e l’Istituto dei Tumori di Milano, lo Spallanzani di Roma e l’attività della protezione civile. Un gesto nobile, di una grande importanza per il benessere di tutti.

Anche per l’Olimpia il suo contributo

Il gruppo Armani, e più in generale Giorgio Armani, ha deciso di affrontare direttamente il problema, agendo subito in prima persona. Un po’ come quando, sebbene in fatto di importanza tra le due situazioni ci sia un abisso, decise di prendere per mano la squadra di pallacanestro di Milano, l’Olimpia, in un momento di grandi difficoltà societarie. Erano tempi duri per l’Olimpia, con insistenti voci di cessione dei diritti della società, e si arrivò persino ad una manifestazione in piazza il 2 giugno del 2004.
Di lì a poco si fece avanti Giorgio Armani, con lo sponsor Armani Jeans, a risollevare le sorti di una squadra che mancava l’appuntamento con lo scudetto dal 1996. Ne sarebbero serviti altri 10 per riportare a casa il titolo italiano, anni di ricostruzione prima e di rafforzamento poi, con Giorgio Armani che da sponsor principale giunge a rilevare direttamente la società nel giugno del 2008. Tempo, calma, pazienza e soprattutto lavoro mirato, gli ingredienti serviti per riportare l’Olimpia al vertice. Gli stessi ingredienti che servono adesso nella sanità, senza inutili decisioni precipitose, sia da parte degli organi competenti che di un popolo spaventato ma che deve mantenere il sangue freddo. Oggi come allora, Giorgio Armani ci mette del suo.

Armani solidale anche con l’Africa

Non è la prima volta che il gruppo Armani si impegna direttamente nel fare beneficenza. Nel 2006 ad esempio l’azienda scelse di dare il suo contributo nella lotta contro l’AIDS in Africa appoggiando l’iniziativa globale Product Red, mentre cinque anni più tardi la Giorgio Armani Parfums scelse di donare un dollaro per ogni confezione di Acqua di Gio venduta per il progetto “Acqua For Life”, in collaborazione con l’UNICEF e destinato a portare acqua potabile ai bambini di tanti paesi africani. A questo, è seguito l’impegno con la J/P Haitian Relief Organization, fondata dall’attore Sean Penn per trovare fondi per il terremoto avvenuto ad Haiti nel 2010. In poche parole, Giorgio Armani: un tipico esempio di filantropia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here