Si è conclusa la scorsa notte la serie di finale della WNBA con il netto successo per 3-0 delle Seattle Storm sulle Las Vegas Aces.

Le Seattle Storm si laureano per la quarta volta nella loro storia campionesse della WNBA battendo facilmente in gara 3 col punteggio di 92-59 le Las Vegas Aces al termine di una partita praticamente mai in discussione se si eccettua un primo quarto piuttosto equilibrato.

Grande protagonista della decisiva sfida, nonchè eletta MVP delle finals, la straordinaria Breanna Stewart che ha chiuso questo match con 26 punti, con 10/14 dal campo e l’intera serie con una media punti superiore ai 28.

Una stagione ridotta anche per la WNBA nella bolla di Bradenton che ha visto arrivare in finale le prime due teste di serie dopo una stagione regolare di 22 partite per ogni squadra. Nettamente dominanti le campionesse in carica che si sono sbarazzate in semifinale delle Minnesota Lynx per 3-0 soffrendo solo in gara 1.

Dall’altra parte Las Vegas ha eliminato nel penultimo atto dei playoff le sorprendenti Connecticut Sun (carnefici della testa di serie numero 3 Los Angeles Sparks nei quarti) per 3-2 dopo essere stata sotto per 2-1 ed essersi aggiudicate la decisiva quinta sfida in rimonta solo negli ultimi secondi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here