I Los Angeles Lakers sono ad una vittoria dal titolo dopo il successo sui Miami Heat con il punteggio di 102-96 al termine di una gara 4 molto equilibrata ed a larghi tratti davvero spettacolare.

La prima notizia è la presenza nel quintetto iniziale di Miami di Bam Adebayo ma sono i Lakers ad aggiudicarsi un quarto di apertura sostanzialmente equilibrato, grazie ad un ottimo Kentavious Caldwell Pope, per 27-22.

Gli Heat partono decisamente meglio nel secondo quarto con le palle perse di LeBron James a far pendere la bilancia dalla parte degli uomini di coach Erik Spoelstra che si portano sul +5 senza però allungare ancora e così i gialloviola tornano rapidamente in parità e chiudono sul 49-47 in loro favore la prima metà del match.

Bam Adebayo è decisamente un fattore ad inizio terzo quarto ma la pessima percentuale da tre non consente a Miami di dare uno strappo alla gara e così i Lakers salgono gradualmente di tono in difesa e, con due palle recuperate consecutive e nove punti praticamente di fila di LeBron James, si portano sul +6 a sei minuti dalla fine del periodo. Gli Heat restango agganciati grazie ai tanti tiri liberi guadagnati e realizzati e si arriva all’ultimo riposo sul 75-70 per i Lakers.

Tanti errori da entrambe le parti in avvio di ultimo quarto poi si scatena Tyler Herro che firma due triple alle quali rispondono però, prima LeBron James e poi Anthony Davis per l’83-78 a sette minuti dal termine. Un clamoroso canestro da tre di tabella di Duncan Robinson e una splendia giocata di Jimmy Butler impattano la sfida ma non hanno ancora fatto conti con la versione migliore del numero 23 vestito di gialloviola che segna i sette punti seguenti per i suoi con una inusuale per lui precisione dalla lunetta per il 90-85. Tyler Herro non ci sta e firma il -2 ma cinque punti consecutivi di Kentavious Caldwell Pope riportano i Lakers sul +7. L’ultimo sussulto degli Heat è una tripla di Jae Crowder ma Rajon Rondo prima e Anthony Davis poi mettono la parola fine alla gara che si conclude con il punteggio di 102-96.

Uno strepitoso LeBron James chiude con 28 punti, 12 rimbalzi e 8 assist, Anthony Davis, molto positivo soprattutto in difesa, ne mette 22 con 9 rimbalzi ma l’uomo che ha messo a segno i canestri decisivi è stato senza dubbio Kentavious Caldwell Pope (15) senza dimenticare il sempre importante impatto di Rajon Rondo nonostante gli appena 2 punti (+7r+5a). Dall’altra parte, nelle fila di Miami, Jimmy Butler chiude ad un passo dalla tripla doppia (22+10r+9a), Tyler Herro ne mette 18 pesantissimi e Bam Adebayo (15) rientra in maniera convincente anche se tutto questo non è bastato per impattare una serie che di sicuro gli Heat sperano concretamente quantomeno di allungare ancora.

Articolo precedenteGreen Basket Palermo: Rigettata richiesta squalifica contro Giuseppe Caronna.
Articolo successivoWNBA: le Seattle Storm conquistano il quarto titolo della loro storia
Simone Franco, classe '79, appassionato di tutti gli sport in particolare del meraviglioso gioco della pallacanestro dalle categorie minori alla NBA. Scrivo liberamente fin da ragazzo e da qualche anno ho realizzato il mio sogno di poter condividere con gli altri le emozioni che regala una partita di basket ed ora sono entusiasta di poterlo fare anche attraverso Basketworldlife.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here