Milano cade in casa contro il Baskonia ma resta in zona playoff, bene Valencia, Zenit e Zalgiris, tornano a sorridere Efes e Fenerbahce.

Il CSKA Mosca coglie in casa dell’ASVEL Villeurbanne l’undicesima vittoria consecutiva e cerca un prima importante fuga in testa alla classifica approfittando del ko del Barcellona. Ma andiamo con ordine e parliamo della sfida giocata in Francia dalla formazione russa che non ha praticamente mai avuto problemi portandosi subito avanti nel punteggio e gestendo alla perfezione l’intero arco della gara con un sontuoso Mike James (31) assoluto protagonista. Sconfitta e polemiche invece per i blaugrana che crollano nel terzo quarto sul parquet dell’Anadolu Efes Istanbul, subendo un parziale di 25-5 che li porta su un pesante -18, un gap mai più colmato. Ottima prestazione nelle fila dei turchi per Shane Larkin (23) mentre non possiamo non raccontare un episodio curioso ma emblematico della situazione che si vive in casa Barcellona con Thomas Heurtel che non è stato fatto salire sul volo di ritorno della squadra in quanto secondo la dirigenza non starebbe tenendo un comportamento adeguato soprattutto riguardo alle tante voci di mercato che lo darebbero vicino ai rivali del Real Madrid.

E proprio i blancos travolgono l’Alba Berlino con 16 punti e 11 rimbalzi di Walter Tavares, colgono la quinta vittoria di fila e agganciano al secondo posto proprio la formazione allenata da coach Sarunas Jasikevicius ora tallonata anche da un’altra compagine spagnola ovvero sia quel Valencia che vola anche sul +18 nel corso del terzo periodo del match contro il Khimki Mosca ma poi si addormenta e nel finale corre qualche rischio di troppo pur restando sempre avanti nel punteggio con Martin Hermannsson che chiude top scorer (16).

Uno Zenit San Pietroburgo scatenato che chiude col 61% da tre punti e trascinato da un ottimo KC Rivers (23 con 7/8 da tre) batte senza alcun problema la Stella Rossa Belgrado mettendo le cose in chiaro già nel primo quarto terminato sul 30-12 e resta saldamente in zona playoff assieme allo Zalgiris Kaunas che completa il poker di successi consecutivi imponendosi sul Bayern Monaco al termine di una partita con un finale thrilling. Si decide tutto infatti nei secondi finali quando prima Nick Weiler Babb per i tedeschi sigla il gioco da tre punti del sorpasso ma è di Marius Grigonis (22) la realizzazione decisiva ai fini del punteggio per i lituani che si impongono così con il minimo scarto.

Altra battuta d’arresto interna per l’Armani Exchange Milano che resta sotto per tutta la gara contro un TD Systems Baskonia Vitoria Gasteiz corto nelle rotazioni ma capace di disputare una match solidissimo e di imporsi con assoluto merito con Zoran Dragic (16) in evidenza.

Torna al successo dopo tre ko di fila il Fenerbahce Beko Istanbul di un perfetto Ian Vesely (17 con 8/8 da due) che batte l’Olympiakos dominando il secondo tempo così come il Maccabi Playtika Tel Aviv di Scottie Wilbekin (22) che supera l’altra formazione greca, il Panathinaikos, alla quale non basta la sensazionale prova di Nemanja Nedovic che segna la bellezza di 39 punti con 7/9 da due e 7/13 da tre chiudendo con un clamoroso 45 di valutazione.

Risultati 16.a Giornata
Zenit San Pietroburgo-Stella Rossa Belgrado 98-69
Anadolu Efes Istanbul-Barcellona 86-79
Maccabi Playtika Tel Aviv-Panathinaikos 89-81
ASVEL Villeurbanne-CSKA Mosca 78-87
Real Madrid-Alba Berlino 91-62
Zalgiris Kaunas-Bayern Monaco 74-73
Fenerbahce Beko Istanbul-Olympiakos 84-77
Armani Exchange Milano-TD Systems Baskonia Vitoria Gasteiz 79-84
Valencia-Khimki Mosca 88-82

Classifica
CSKA Mosca 13-3, Barcellona 11-5, Real Madrid 11-5, Bayern Monaco 10-6, Valencia 10-6, Zenit San Pietroburgo 9-5, Armani Exchange Milano 9-6, Zalgiris Kaunas 9-7, Anadolu Efes Istanbul 8-8, TD Systems Baskonia Vitoria Gasteiz 7-8, Olympiakos 7-8, Maccabi Playtika Tel Aviv 7-9, Alba Berlino 6-9, Fenerbahce Beko Istanbul 6-10, Panathinaikos 5-10, ASVEL Villeurbanne 5-10, Stella Rossa Belgrado 5-11, Khimki Mosca 2-14.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here