Esordio vincente per la Virtus Roma nell’Aria Sport Cup di Rieti. Gli uomini di coach Bucchi hanno avuto la meglio proprio sui padroni di casa della Npc Rieti per 59-79, conquistando così la quarta vittoria in sei sfide di preaseason. Roma ha ritrovato Alibegovic dopo la parentesi in nazionale, alla sua seconda uscita in canotta Virtus, ma ha dovuto fare a meno di Chessa a riposo per affaticamento muscolare, non riuscendo quindi a schierare il roster al completo ma continuando a mostrare decisi passi in avanti nel costruire l’identità del team.

Partita condotta sostanzialmente per 40’ da Sims e compagni, partiti forte nel primo quarto guidati proprio dal centro Usa (10 punti nei primi 10’, 16 alla fine con 10 rimbalzi). Il secondo parziale è l’unico dove i romani hanno trovato difficoltà, facendo fatica nel trovare il canestro con continuità e ritrovandosi così all’intervallo avanti solamente 31-32. Di ritorno dagli spogliatoi, però, la Virtus ritrovava il ritmo offensivo che le consentiva di mettere i primi tiri da fuori della sua gara riportando il vantaggio in doppia cifra grazie a 7 punti di Saccaggi (11 alla fine). Negli ultimi 10’ la Virtus riprende la distanza 41-53: 8 punti di Alibegovic nel quarto periodo e la Virtus Roma prendeva il largo fino al 59-79 finale.

La Virtus Roma scenderà nuovamente in campo domani alle ore 19.00 per affrontare la Happy Casa Brindisi nella finale 1°/2° posto in una sfida suggestiva dal sapore di Serie A. Il commento di coach Piero Bucchi al termine del match: «Passi avanti dal punto di vista difensivo e di intensità, è stata un’amichevole sicuramente utile, questa è la strada da percorrere e sulla quale continuare, bene così.

È stata una delle prime volte che ho avuto la rotazione a dieci, potendo far giocare tutti nei propri ruoli e questo ci ha portato ad avere intensità per quasi tutta la partita; c’è stata qualche pausa in attacco ma ora conta soprattutto la difesa».

Queste le sensazioni a caldo di Andrea Saccaggi: «Mi sento molto meglio di gambe, ho caricato molto nelle prime settimane e oggi mi sentivo bene, soprattutto in difesa e penso oggi di aver dato il mio contributo. Per quanto riguarda la squadra stiamo crescendo, abbiamo capito che per fare un campionato di un certo livello dobbiamo passarci la palla in attacco e rimanere uniti in difesa».

Ufficio Stampa Virtus Roma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here