Continua la maledizione trasferta per la Nuova Matteotti Corato che non riesce a dare continuità al successo casalingo contro Molfetta e subisce al PalaZumbo di Brindisi la terza sconfitta in altrettante gare disputate lontano dal PalaLosito: 90-57 il risultato finale per i padroni di casa.

Coach Cristofaro sceglie per il suo “starting five” Fouce, Stonkus, Janha, Pulli e Caloia. Dall’altra parte coach Patella deve fare i conti con la pesante assenza di Paulauskas e schiera dal primo minuto Baldin insieme ai “soliti” Gatta, Formica, Razic e Olocco.

Il risultato finale può dare l’idea di una partita senza storia ma l’approccio alla gara da parte della NMC è stato a dir poco esaltante: pronti e via ed è subito 0-8 per i ragazzi di coach Patella grazie alla bomba di Formica e ai canestri di Olocco. Avvio opaco di Brindisi che non trova la via del canestro a causa della buona organizzazione difensiva di Corato, che allo stesso tempo è anche efficace in attacco: la seconda tripla di Formica e i cinque punti consecutivi di Razic consentono alla NMC di andare sul +14 (4-18). Brindisi prova ad entrare in partita con un break di 6-0 al quale risponde subito Corato con il canestro di Baldin. Nel finale di quarto i punti di Pulli e Stonkus portano Brindisi a -7: 13-20 al 10′.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Gatta ma la squadra di coach Cristofaro, trascinata dal tandem Stonkus e Fouce, si iscrive definitivamente alla partita e accorcia le distanze (25-29). Purtroppo la NMC è la brutta copia di quella entusiasmante dei primi 10 minuti e non riesce a contenere la vena realizzativa dei brindisini che con Epifani, Janha e Fouce firma un parziale di 11-0 e mette la freccia (36-29). L.Markovic e Olocco provano a tenere Corato in linea di galleggiamento e il tabellone recita 44-37 all’intervallo lungo.

All’uscita dagli spogliatoi, i ragazzi di coach Patella tentano di riprendere le redini della partita con Formica e Razic (48-44) ma è solo un fuoco di paglia. I padroni di casa sono davvero letali in attacco sfruttando ogni errore della NMC che fatica anche a creare buone trame offensive: il break mortifero di 17-0 messo a segno da Caloia e compagni è un duro colpo da digerire per Corato. Il terzo quarto termina 65-45.

Il quarto periodo inizia come era finito il terzo: Brindisi assoluto padrone del campo e Corato che paga a caro prezzo l’assenza di Paulauskas sotto le plance e la serata storta dei suoi principali terminali offensivi. Ultimi minuti di gioco che servono solo per le statistiche con entrambe le squadre che schierano sul parquet i loro under fino al 90-57 finale: da sottolineare per Corato la buona prova di L.Markovic (autore di 9 punti).

DINAMO BASKET BRINDISI – NUOVA MATTEOTTI CORATO 90-57

Parziali: 13-20, 44-37, 65-45, 90-57

BRINDISI: Greco, Scivales 2, Patrizio 2, Epifani 12, Janha 13, Stonkus 19, Fouce 21, Pulli 10, Caloia 9, Mongelli n.e., Longo 2, Mazzeo. Coach: Cristofaro

CORATO: Altieri, Gatta 3, Olocco 16, Paulauskas n.e., Razic 9, Baldin 6, Angarano 2, N.Markovic, L.Markovic 9, Bojang, Formica 12. Coach: Patella

Arbitri: Settembre di Gravina e Ceo di Bari

Articolo precedenteLa Tezenis torna alla vittoria. 65-70 al PalaBigi di Reggio Emilia
Articolo successivoIl Bologna Basket 2016 batte anche Guelfo e raggiunge la testa della classifica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here