Il primo round dei playoff rimane in Liguria. La Endiasfalti Agliana dopo aver lottato con le unghie e con i denti per tornare in partita, si arrende sul 79-68 al PalaSprint di La Spezia. I padroni di casa approfittano di un avvio incerto dei neroverdi e mostrano tutto il loro talento. Adesso sarà importante ristabilire subito la parità nella sfida del Capitini di mercoledì 9 giugno alle ore 21.15.

Il match cambia nel terzo periodo quando Agliana concede alla Tarros diverse seconde chance in fase offensiva, che le permettono di mettere 21 punti tra sé e gli ospiti (60-39). A questo punto la Endiasfalti tira fuori l’orgoglio controbattendo con un parziale di 17-1 che riporta Cavicchi e compagni sul -5 prima che Bolis indirizzi definitivamente la prima partita della serie verso La Spezia. Il miglior realizzatore dei neroverdi è Emanuele Rossi con 23 punti.

«Purtroppo abbiamo avuto un approccio sbagliato alla sfida – ammette coach Tommaso Mannelli al 40′ – che ci ha portato a giocare male i primi due quarti, e La Spezia è stata brava ad approfittarne grazie al suo talento. Non resta che ricompattarci e ripartire dalla reazione vista nel terzo quarto»

«Il gruppo conosce le proprie potenzialità e, al di là del risultato, vuole finire in crescendo. Per fare questo serve che tutti reagiscano e mostrino quell’unità d’intenti che ci ha contraddistinto fin qui e permesso di sopperire alle difficoltà che si sono presentate. In questi due giorni in palestra lavoreremo al meglio per onorare l’impegno in gara 2 al Capitini» conclude l’allenatore aglianese.

CRONACA

Parte con una pioggia di bombe gara 1 al PalaSprint tanto che, dopo soli quattro giri di lancette, il tabellone luminoso indica un 13-8 di parziale. Poi i padroni comandano la lotta ai rimbalzi e riescono a a chiudere il quarto sul 28-17, nonostante una tripla di Bogani.

Si apre con gli attacchi molto freddi il secondo periodo a La Spezia. Dal 10′ al 15′ le due squadre sembrano equivalersi prima che la Endiasfalti abbia un moto di orgoglio e riesca a risalire fino al 32-27 grazie ad una buona difesa. La Tarros riconsegna poi le chiavi del gioco a Saliauskas e Kibildis e fugge nel finale, fino al 47-32 del 20′.

Al ritorno dalla pausa lunga Spezia è, nuovamente, solo Saliauskas. Il play lituano trova a ripetizione canestri in penetrazione così come dalla lunga distanza. Ma una volta toccato il -21 (60-39), Agliana reagisce con orgoglio e con la coppia Nieri/Razzoli trova un parziale di 13-0 che rimette i neroverdi in partita.

Il momento positivo di Agliana prosegue fino al -5 (61-56) che fa entrare la partita nel vivo. Cavicchi e compagni sembrano reggere bene la reazione di La Spezia e rispondono colpo su colpo per qualche minuto prima che Bolis, con cinque punti consecutivi, indirizzi la partita sui propri binari.

Tarros Spezia – Endiasfalti Agliana 79-68
(28-17; 45-32; 61-52)

Spezia: Bolis 9, Gaspani ne, Saliauskas 24, Menicocci 6, D’imporzano ne, Cozma ne, Fazio 6, Petani, Casoni 13, Putti, Rocchi ne, Kibildis 21. All. Bertelà

Agliana: Zita 4, Bogani 10, Rossi 23, Gherardeschi ne, Razzoli 6, Covino ne, Nieri 12, Cavicchi 5, Salvi 8, Cantrè. All. Mannelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here