Il Basketball Club Lucca è giunto alla seconda fase, quella che un po’ forzatamente viene chiamata dalla Federazione, la fase retrocessione, si inizierà Domenica 2 maggio alle ore 18:00 con una partita casalinga contro la Pallacanestro 2000 Prato, seguiranno poi altri sette incontri, con Montale, Synergy Valdarno, Don Bosco, Montevarchi, Montecatini, Valdisieve ed infine Arezzo, al termine le squadre che si piazzeranno al settimo e ottavo posto disputeranno i play out.

È una fase questa in cui il Bcl dovrà impegnarsi moltissimo, esce da una prima fase con le ossa rotte e un ultimo posto in classifica che non gli rende giustizia, tanti sono stati i problemi che hanno afflitto la squadra non permettendogli di esprimersi al meglio, qualche piccolo infortunio ad inizio stagione, poi è arrivato il Covid, che si è abbattuto sul team con tale ferocia da decapitare la staff tecnico e mutilare fortemente la squadra.

Ad oggi il Basketball Club Lucca non è ancora al completo, mancano diversi giocatori che comunque dovrebbero iniziare a breve l’attività il recupero, in compenso è rientrato lo staff tecnico, quindi già da Domenica pomeriggio vedremo coach Tonfoni in panchina a guidare la sua squadra, affiancato dagli assistenti Pizzolante e Nicolosi, per quanto invece riguarda i ragazzi dovremmo trovare in panchina Lippi e Piercecchi.

Come abbiamo detto sul campo del Bcl si presenterà la Pall.2000 Prato, anche lei nel suo girone non è riuscita a staccarsi dalla quinta posizione, ma con all’attivo due importanti vittorie, ottenute nel finale della prima fase, la prima con il Castelfiorentino, seconda classificata e contro il Montecatini, segno evidente di una crescita della squadra, di fatto ha chiuso con 624 punti realizzati e 648 subiti contro i 526 fatti dal Bcl e i 673 subiti.
E’ il Prato del ex Danesi a cui si dovrà fare molta attenzione, ma non sarà il solo da marcare stretto, a fargli buona compagnia ci sono almeno altri due o tre elementi che hanno particolare dimestichezza con il canestro, Magni, Navicelli e Pinelli, insomma, giocare con i pratesi non sarà una passeggiata di salute.

Con il rientro in panchina di Alberto Tonfoni, fino ad adesso relegato da una lunga quarantena nella sua abitazione e costretto a vedere la sua squadra giocarsi la prima fase tra mille difficoltà era d’obbligo porgli un paio di domande sul suo forzato isolamento “ per prima cosa devo ringraziare Vangelisti che si è fatto carico di un impegno così importante e difficile, sacrificando anche il suo lavoro, poi devo dire che i ragazzi sono stati encomiabili, malgrado tutte le difficoltà hanno cercato di tenere botta e in alcune partite sono riusciti a dare del filo da torcere a squadre ben più attrezzate. “

Abbiamo poi chiesto al coach com’è stato, che sensazione si prova a veder giocare la propria squadra senza poter intervenire e se una visione dall’alto gli ha permesso di notare cose che ad altezza d’uomo possono sfuggire “ lo devo dire con molta sincerità è stato un “patire” avere le mani legate e non poter dare suggerimenti e indicazioni è davvero terribile, comunque penso che adesso non ci sia da guardare ai risultati, siamo, se non la più giovane, una tra le squadre più giovani del campionato, adesso poi con tutte queste assenze l’età media è precipitata vertiginosamente verso il basso, comunque ho avuto modo di vedere diverse cose interessanti e prendere spunti da rivedere nei prossimi allenamenti, adesso c’è davvero da fare quadrato, raccogliere tutte le forze, fare tesoro degli errori commessi e ripartire per fare una buona seconda fase

Ricordiamo l’appuntamento per Domenica 2 Maggio alle ore 18:00 sui nostri canali social per la diretta della partita Bcl – Pall.2000 Prato, commentata da Filippo Tardelli

Articolo precedenteSerie B: La Sutor ospita la retrocessa Guerriero Padova con un occhio ai Playout
Articolo successivoTigers Cesena: Nota della società sull’infortunio di Filip Pavicevic

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here