Torna uno dei classici del basket laziale con l’incrocio tra le storiche Palestrina e Tiber.

Tre anni fa avversarie in Serie B, quando Palestrina in casa ebbe la meglio per 102-84, nel 2013 l’ultima volta in C sempre con vittoria degli arancio verdi. Bisogna arrivare invece al 2008 per ricordare l’exploit dei romani in casa arancio verde, nell’anno che poi riportò Palestrina in terza serie.

Un roster oggi fortemente Made in Tiber, dai più esperti Algeri, Bertoldo, Dal Sasso, Ricciardi e Padovani ai più giovani cresciuti nel vivaio come Cullar e compagni. Il coach è Marco Polidori, che alla prima ha esordito perdendo con la quotata Grottaferrata 68-74, osservando poi il turno di riposo, rimanendo dunque a quota 0.

Due punti invece per Palestrina che proprio a Grottaferrata ha invece trovato il primo stop stagionale, ed ora è chiamata ad un pronto riscatto con una formula che concede pochissimi margini d’errore.

La partita è fissata per domenica 31 alle ore 18:00 presso il PalaIaia di Palestrina con palla a due affidata ai sigg. Matrigiani di Roma e Pastore di Marino. Prima dell’inizio sarà osservato un minuto di silenzio in ricordo di Nico D’Alessio, allenatore di entrambe le società, e Palestrina giocherà con il lutto sulla canotta.

Si ricorda che l’ingresso, gratuito, è disciplinato dai protocolli anti-Covid che prevedono l’obbligo per gli spettatori di presentare all’ingresso il Green Pass (ottenuto tramite vaccinazione o con tampone negativo nelle 48 ore precedenti l’evento a cui si assiste).

Articolo precedenteSerie B: La BPC Virtus Cassino firma il ritorno della bandiera Simone Bagnoli
Articolo successivoAlma Patti: Chiesto il rinvio della gara contro San Salvatore Selargius

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here