Questa sera in quel di Bari, nella cornice del Pala Balestrazzi, si chiude la stagione 2020/2021 del Basket Corato, ma per i neroverdi è già tempo di bilanci. Nella stagione più anomala di sempre, l’Adriatica ha disputato un’ottima regular season (riuscendo a guardare anche tutti dall’alto per un paio di giornate) fino al focolaio di Covid-19 che ha falcidiato il gruppo squadra. Sicuramente lo stop immediato di un mese ha scombinato i piani di una squadra che puntava al salto di categoria e Corato ha pagato lo scotto dei troppi impegni ravvicinati, cedendo nelle ultime quattro partite. La conquista dei play-off e l’ottima vittoria sulla capolista Mola, hanno dimostrato che al netto del problema Covid, la squadra c’era e poteva certamente arrivare più lontano, ma con i “sé” e con i “ma” non si fa la storia. Ora è tempo di chiudere la stagione con orgoglio: certamente giocare senza obiettivi (neanche Bari ha più nulla da chiedere a questo torneo), non è mai un gioco da ragazzi, ma i neroverdi metteranno il cuore anche nell’ultima uscita dell’anno.

QUI CORATO: Il -23 subito a Molfetta non ha reso giustizia ad una squadra che fino al minuto 28 aveva non solo tenuto testa ad un avversario più in palla, ma l’aveva più volte spaventato nel corso dei primi due quarti. Il crollo, figlio di una condizione fisica precaria in tutti gli uomini chiave, non ha permesso agli uomini di coach Carnicella di fare il miracolo, rendendo di fatto, la partita con Bari un’autentica amichevole. Non sappiamo se l’Adriatica giocherà a Bari con i “titolarissimi” o lascerà spazio ai cestisti neroverdi in erba che bene hanno figurato in questo torneo, una cosa è certa: onorerà fino all’ultima sirena questo campionato e cercherà di strappare gli ultimi applausi prima del sipario.

QUI BARI: Dopo il miracolo play-off conquistato in maniera meritata proprio in terra coratina, l’Adria non è riuscita a dare seguito all’ottima fine di regular season, incappando in due sconfitte (a Molfetta e a Mola) che l’hanno messa fuori dai giochi. L’annata della squadra di coach Cazzorla è certamente positiva, tanti alti e bassi è vero, ma tante prestazioni maiuscole che possono tranquillamente porre le basi per una stagione 2021/2022 da sicura protagonista. Davanti al suo pubblico Bari vorrà certamente chiudere in bellezza questa stagione e cercherà di vendicare la sconfitta subita allo scadere due mesi fa su tiro di De Angelis.

Una partita dunque quella in programma oggi alle 20:30, che non avrà nulla da dire in termini di classifica, ma che potrebbe offrire davvero tanti spunti interessanti.

Photocredits: Sandra Skrzek

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here