Finalmente in campo, sia per la neonata Cividale alla prima partita della sua recentissima storia, sia per la Rucker Sanve dopo ben 223 giorni dall’ultima partita del campionato 19-20, contro Soresina. Mancava infatti dal 15 febbraio una partita al PalaSaccon, un’attesa così lunga da rendere bene l’idea di quanta voglia ci fosse in giocatori, staff e dirigenti di ritornare all’atmosfera del match.

Da una parte, i padroni di casa con le certezze rappresentate dai giocatori del nucleo storico, da Tassinari a Gatto, insieme a Durante e Vedovato, con capitan Rossetto a fare da trait d’union per i nuovi bianconeri Siberna, Nicoli e Malbasa.

Dall’altra, una squadra completamente nuova e assemblata in poco più di un mese dalla coppia MicalichPillastrini, dalla grande fisicità e con un roster importante e dalle grandi ambizioni.

Dopo un primo quarto in sostanziale equilibrio, la Rucker accelera nei secondi 12 minuti piazzando dalla lunga distanza un break di 11-0 che vale il +15 all’intervallo lungo.

Cividale è brava a reagire e ad inizio terzo periodo ricuce con un 16-0 che riporta equilibrio e nuova linfa sul parquet, Sanve riallunga grazie a Malbasa e Siberna, Miani e Battistini colpiscono dalla lunga distanza riavvicinando la UEB ma una tripla di Sulina e i liberi di Gatto e Vedovato fissano il punteggio finale.

RUCKER SANVE – UEB CIVIDALE 81-76
Parziali: (21-16; 46-31; 68-56)

RUCKER SANVE: Tassinari 4, Vedovato 7, Durante 14, Siberna 9, Nicoli 7, Rossetto 9, Malbasa 11, Gatto 9, Bettiol 6, Visentin 2, Sulina 3. All. Mian

UEB CIVIDALE: Agostini, Ohenhen 6, Minisini, Miani 13, Chiera 8, Cassese 5, Rota 8, Monticelli, Battistini 13, Vigori 4, Fattori 13, Micalich, Truccolo 5. All. Pillastrini

Ufficio stampa Rucker Sanve                                                                                                         Foto Incastro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here