L’Olimpo Basket Alba si ritrova nel momento del bisogno e vince tra le mura amiche una sfida con Oleggio vissuta con tensione ed equilibrio. Il break decisivo arriva all’inizio dell’ultima frazione quando i langaroli si staccano volando sul +15, costringendo una delle capolista del girone a fermare la propria corsa.

La partita
Il momento è delicato in casa albese, la classifica piange e sta per finire l’andata della prima fase. Oleggio dal canto suo arriva al derby forte di quattro successi in cinque partite, il primo posto in classifica e la miglior difesa di tutta la Serie B.

La S. Bernardo va di corsa e vola sull’11-4. Poi, però, cambia il vento ed Oleggio riesce a riportare la sfida nei propri binari preferiti. La compagine viaggiante cresce nella propria metà campo ed i padroni di casa sono costretti a rallentare, Airaghi sotto le plance è sempre puntuale e firma il -1 (14-13). Tarditi e Coltro riescono tuttavia a capitalizzare due azioni in contropiede ed i biancorossi riaprono leggermente la forbice al decimo minuto: 22-17.

La seconda frazione si vive in equilibrio, Castellino recupera palla e assiste Cianci per il 30-26. Il gioco è spesso interrotto, però, da fischi arbitrali a pioggia. Il cronometro e sempre fermo e si prosegue a suon di tiri liberi, a farne le spese soprattutto i padroni di casa (sanzionati una decina di falli nella frazione) e gli ospiti ne approfittano dalla lunetta sorpassando: 34-35. Pilotti porta i suoi anche a +4, ma la giocata da tre punti di Danna tiene a contatto gli albesi all’intervallo: 42-43.

L’Olimpo esce decisa dagli spogliatoi e torna a condurre 48-43 dopo il canestro di Antonietti. La tensione sale col passare dei minuti, anche complice una direzione di gara che interrompe sempre la contesa e fa innervosire tutti, soprattutto Giacomelli. Alba in questa fase confusa riesca a trovare Antonietti coi tempi giusti ed è proprio lui a firmare il 56-48. Somaschini colpisce dall’arco e riporta sotto i suoi (56-51), ma la penetrazione di Castellino chiude la frazione sul 63-54.

Alba dilaga in avvio di ultima frazione, aperta dal palleggio, arresto e tiro di Hadzic. Coltro dalla lunetta scrive il +15 (69-54) e il match sembra indirizzarsi quando di lì a poco lasciano il campo Pilotti, Negri e Giacomelli per cinque falli (dopo chiamate arbitrali che ancora una volta creano scontento). Reggiani realizza il 73-60, ma non ci stanno i ragazzi di coach Pastorello: Ielmini e De Ros realizzano quattro triple in un amen e riaprono la sfida, 80-75 a un 1:30 dal termine! Il finale si vive col cuore in gola, ma Oleggio deve rifugiarsi nel fallo sistematico e dai 5,20 m i biancorossi non tremano: La S. Bernardo vince 86-79.

L’Olimpo Basket torna così a muovere la classifica, nel momento del bisogno riesce a fermare la corsa di una lanciatissima Oleggio che arrivava dal successo di 20 punti contro Imola. Dal canto suo la Mamy pur senza i suoi veterani riesce a risalire nel finale e a impensierire i padroni di casa.

Per Alba era essenziale vincere, per proiettarsi con la giusta determinazione alla ricerca di un’impresa nella trasferta contro Omegna di sabato prossimo.

Pietro Battaglia – Ufficio Stampa Olimpo Basket Alba                                               Photo Credits: Vincenzo Nicolello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here