Secondo finale punto a punto e seconda sconfitta consecutiva (la terza, se contiamo l’ottavo di finale della Supercoppa a Faenza) per la UNICUSANO Pielle Livorno: al Pala Credit Agricole di San Miniato finisce 80-78 per i padroni di casa dell’Etrusca, bravissimi ad appoggiare la palla a Caversazio nel quarto periodo e a sporcare la preghiera di Riccardo Pederzini (il migliore dei piellini con 23 punti, assieme a Giovanni Lenti con 20 e 12 rimbalzi).

A condannare la Unicusano tante piccole cose, compresa una partenza shock da 22-6 nei primissimi minuti; poi, come anche era avvenuto una settimana fa, la squadra di coach Andrea Da Prato ha iniziato a giocare una pallacanestro fluida, punendo (e leggendo) tutti i cambi difensivi di San Miniato con canestri da sotto o costringendo i lunghi a commettere fallo. Nel finale, nonostante un cuore enorme e la spinta dei tifosi biancoazzurri sugli spalti, gli episodi hanno premiato La Patrie, con la Pielle che ha il dovere di guardare avanti con consapevolezza e fiducia.

La Patrie San Miniato – UniCusano Pielle Livorno  80-78
Parziali: 24-16, 18-21, 21-24, 17-17

San Miniato: Lorenzetti 23, Mastrangelo 22, Caversazio 15, Benites 7, Bellachioma, Tozzi 6, Quartuccio 3, Candotto 2, Capozio 2, ne: Scomparin, Tamburini e Ermelani. Al. Marchini

Pielle Livorno: Pederzini 23, Lenti 20, Drocker 10, Lemmi 9, Fin 6, Tempestini 5, Paoli Salvadori 5, Giachetti, Di Sacco. Al. Da Prato, Belletti, Fini.

Arbitri: Gallo di Monselice e Bortolotto di Castello di Godego

Articolo precedenteSerie B: Crema soffre ma sbanca Jesolo
Articolo successivoSerie B Old Wild West: Il punto di Simone Franco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here