Reagire a un parziale di 9-0 con un controbreak di 12-0 per ribaltare e vincere la partita. Con questa dimostrazione di grande carattere nel terzo quarto il CJ Basket Taranto batte per 79-75 la Virtus Bava Pozzuoli nell’ottava giornata del campionato di serie B Old Wild West 2021/22, girone D, restando così nel gruppo “buono” al terzo posto in classifica.

Sudato, come sempre in questo campionato così equilibrato, il 5° successo della squadra di coach Olive che ha avuto in Conti il suo trascinatore, capace di 32 punti con un importantissimo apporto nei momenti chiave da parte di Biagio Sergio (17 punti e 3 bombe vitali). Prezioso come sempre Gambarota, 10 punti, senza dimenticare la doppia doppia sfiorata da Ponzioni capace di procacciare 15 rimbalzi. Mai doma Pozzuoli in doppia cifra con Rossi, Gallo, Gaye e Caresta, capace quasi di riaprire la gara negli ultimissimi possessi.

Coach Olive comincia con Diomede, Erkmaa, Sergio, Ponziani e C. Coach Tagliaferri risponde con l’ex Longobardi, Manojlovic, Gaye, Gallo e Rossi. La partita ha avuto un prologo nella premiazione da parte del presidente Cosenza e del direttore sportivo Vito Appeso di Nicola Longobardi per la prima volta da avversario dopo tre stagione intense in riva allo Ionio. E poi l’ingresso delle due squadre accompagnate dai piccoli della Virtus Taranto e il momento della danza curato dalle giovani ballerine del Centro Studi Danza Koros.

Finalmente si gioca. Il primo canestro è ospite, di Rossi, Conti risponde da tre. Inizio punto a punto con Ponziani ma soprattutto Conti sugli scudi, dall’altra parte Pozzuoli tiene botta con Rossi e Gaye. Il primo break è del CJ con Sergio che segna, subisce fallo e completa un gioco da tre punti per poi servire ad Erkamm l’assist per il 14-6. Coach Tagliaferri non ne può più e chiama time out. Che sortisce l’effetto sperato, accende la Bava e spegna Taranto. Il break di 0-8 firmato Rossi-Manojlovic-Gallo ne è la riprova e la gara torna in perfetta parità. Gaye va anche oltre il parziale, tripla del +3 rispedita al mittente da Conti. Ma il pari è nel destino, altra tripla di Caresta ma due liberi di Gambarota rifissano la parità sul 20-20 alla fine del primo quarto.

C’è in campo anche Klanskis per Taranto alla ripresa del secondo quarto ed è suo il primo canestro a segno, ennesimo pari di Longobardi prima della tripla. Sergio prova a sparigliare il punteggio con una tripla ma si continua a giocare punto a punto con percentuali che si sporcano visto il grande agonismo e la pressione difensiva. Sempre sull’asse Rossi-Gallo il tentativo di fuga ospite a metà quarto, +6, stoppato da Conti ed Erkmaa. Sempre Conti dalla lunetta stavolta impatta a 38 ed ancora lui a infilare a fil di sirena il canestro del 40-38 con cui Taranto va avanti all’intervallo.

Nel terzo quarto i due momenti che sono lo sliding doors del match. Il CJ resta con la testa per qualche minuto negli spogliatoi. Pozzuoli ne approfitta piazzando un 7-0 di parziale con Manojlovic, Gaye e Longobardi. Coach Olive imbufalito chiama time out, sbatte la lavagnetta e sveglia i suoi dal “riposo” durato qualche minuto di troppo. Detto, fatto. Taranto rientra in campo e ritorna in partita. E lo fa alla grande piazzando un controbreak di 12-0 che a conti fatti sarà decisivo nell’economia del match e della vittoria. Comincia Gambarota con 5 punti in fila. Conti pareggia a 47, si prende il fallo e segna il libero del sorpasso. Erkmaa arma la manono di Ponziani, Sergio quella “calda” di Conti. In un amen Taranto si ritrova a +5. Il time out stavolta lo chiama coach Tagliaferri ma Conti è on fire e infila anche la tripla del +8, 57-49 alla fine del terzo quarto.

L’ultimo quarto si apre ancora nel segno di Klanskis in abile sottomano su invito di capitan Diomede. È il +10. Rossi prova con due triple a rianimare le speranze campane ma Conti non solo segna, subisce anche falli facendo incetta di liberi. Poi Sergio fa impazzire il Palafiom con due triple intervallate dal canestro di Ponziani. Il +15, massimo vantaggio a meno di 3 minuti dalla fine spegne ogni residua possibilità di Pozzuoli. Peccato che spenga anche, in parte, il CJ che mette il pilota automatico sbagliato concedendo un paio di triple facili, a Caresta e Gallo, un paio di brutte palle perse fanno il resto. Ma non c’è tempo per le speranze campane.

Taranto brinda al 5° successo del suo campionato, terzo davanti al suo pubblico. Ed ora un’altra lunga trasferta, la prossima settimana, a Torrenuova, in Sicilia.

CJ BASKET TARANTO – BAVA POZZUOLI 79-75
Parziali: 20-20, 20-18, 17-11, 22-26

CJ Basket Taranto: Alberto Conti 32 (7/9, 3/5), Biagio Sergio 17 (2/2, 3/8), Giovanni Gambarota 10 (2/2, 1/2), Riziero Ponziani 8 (4/9, 0/0), Ricards Klanskis 6 (3/3, 0/0), Hugo Erkmaa 4 (2/6, 0/1), Manuel Diomede 2 (0/6, 0/3), Matteo Carone, Andrea Francesco Liace, Lorenzo Porcelluzzi. All. Olive.

Bava Pozzuoli: Gianmarco Rossi 17 (4/8, 3/12), Antonio Gallo 14 (4/6, 1/4), Sam Gaye Serigne 11 (3/5, 1/4), Mario Caresta 11 (1/5, 3/7), Milan Manojlovic 8 (4/5, 0/0), Nicola Longobardi 8 (3/3, 0/2), Matteo Cagnacci 4 (2/2, 0/0), Cristian Esposito 2 (1/2, 0/2), Pietro Sequani, Alessandro Potì, Iba koite Thiam. All. Tagliaferri

Arbitri: Matteo Paglialunga di Fabriano (AN) e Daniele Guercio di Ancona (AN).

credits: Aurelio Castellaneta – Cus Jonico Taranto

Articolo precedenteA1 Techfind: Tre vittorie su tre in casa per il Fila San Martino: con Broni finisce 84-75
Articolo successivoA2 Girone Verde: L’Assigeco frena la corsa della capolista Cantù 84-71

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here