Primo tonfo stagionale di Cantù dopo sette gare utili sul campo di Piacenza, larga vittoria dell’Urania su Mantova, quarta vittoria di fila per Casale Monferrato nel verde. Nel rosso Scafati riscatta la sconfitta con Forlì regalando lacrime a Chieti, Verona si regala la quinta vittoria di fila con Chiusi e la Stella Azzurra torna al sorriso spuntandola su Nardò. L’ottavo turno di campionato di A2 è finito in archivio con molta polpa. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto.

Girone Verde

2B CONTROL TRAPANI – NOVIPIU’ JB CASALE MONFERRATO 67-84

La squadra di coach Andrea Valentini non si ferma più regalandosi il poker contro una 2B Control Trapani che non ha bissato la vittoria contro la Bakery Piacenza e non è stata in grado di regalarsi continuità. Nel primo tempo è regnato l’equilibrio con Casale avanti per 21-19 nel primo quarto e un intervallo lungo raggiunto sul 34 pari. Poi i piemontesi hanno definitivamente spiccato il volo nel terzo issandosi in quota di undici punti e ampliando il fossato nell’ultimo quarto. Top scorers: Sekou Aole Wiggs (Trapani) con 19 punti e Niccolò Martinoni (Casale Monferrato) 21.

ASSIGECO PIACENZA – ACQUA SAN BERNARDO CINELANDIA CANTU’ 84-71

La notizia della giornata viene dal “Pala Banca” di Piacenza. L’Assigeco di coach Stefano Salieri si regala un’impresa condannando la finora inossidabile Cantù al primo stop stagionale dopo sette turni di sorrisi. Gli emiliani riscattano così tre sconfitte di fila. Cantù un po’ in apprensione per l’infortunio occorso all’ex Npc Rieti Stefanelli che è stato portato via dal parquet in barella dopo avere perso conoscenza per un incidente di gioco. Piacenza avanti leggermente al primo quarto con il punteggio di 20-17, poi più vistosamente per 40-29 a fine primo tempo. Cantù ha cercato di riportarsi in partita nel terzo quarto con un meno sei (58-52) ma poi gli emiliani hanno schiacciato definitivamente l’acceleratore. Top scorers: Gherardo Sabatini (Assigeco) 29 punti e Robert Johnson (Cantù) 27.

EDILNOL BIELLA – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 69-82

Niente da fare. Per Biella questo campionato continua a essere stregato. I lanieri non riescono a smuoversi dallo zero in classifica e subiscono l’ottava sconfitta in altrettante gare a opera della quotata e ambiziosa Giorgio Tesi di coach Brienza. Seconda vittoria di fila per i toscani dopo quella sul parquet amico contro l’Urania Milano. I primi due quarti hanno sorriso agli ospiti che, avanti per 22-17 nel primo, hanno poi ampliato il divario a loro favore sul 45-33 all’intervallo lungo. Biella ha rimesso in discussione l’esito finale del match al terzo quarto impattando a quota 56 ma poi Pistoia, con un ottimo ultimo quarto, l’ha fatta sua. Top scorers: Alessandro Morgillo (Biella) 23 punti e Daniel Utomi (Pistoia) 26.

INFODRIVE CAPO D’ORLANDO – AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 73-62

Rifiata Capo d’Orlando, mastica ancora amaro Orzinuovi cui la cura del coach ex Varese Massimo Bulleri non sta per ora dando un’iniezione rivitalizzante dopo l’esonero di coach Fabio Corbani. I bresciani sono all’ottavo stop in altrettante gare e chiudono la porta della classifica insieme con Biella. Per i siciliani si tratta della seconda vittoria stagionale. La Infodrive , sotto di un punto al primo quarto (36-37) , si è poi riscattata nel secondo arrivando a lungo avanti di tre lunghezze: 35-32. Poi Orzinuovi è risalita in cattedra sul 48-46 ma i padroni di casa, con un ultimo quarto di ottima fattura, hanno chiuso i conti a loro favore. Top scorers: Tevin Mack (Capo d’Orlando) 20 punti, La Marshall Corbett (Orzinuovi) 26.

GRUPPO MASCIO TREVIGLIO – BAKERY PIACENZA 95-71

Incontenibile Treviglio. Gli uomini di coach Michele Carrea calano il pokerissimo contro la matricola Bakery Piacenza che incappa così nel secondo giro a vuoto di fila dopo l’85-90 casalingo subito da Trapani. Padroni di casa avanti dall’alfa all’omega disinvoltamente: dopo il 32-14 del primo quarto, hanno fatto salire a più ventisei il loro vantaggio sul 55-29 all’intervallo lungo. Leggero riscatto Bakery nel terzo quarto comunque saldamente nelle mani dei trevigliesi per 72-53 e definitivo affondo di Langston e compagni. Top scorers: Rodriguez (Treviglio) 18 punti e Nik Raivio (Bakery) 20.

URANIA MILANO – STAFF MANTOVA 104-73

Riscatto migliore, dopo la sconfitta casalinga con Treviglio e lo stop di Pistoia, non avrebbe potuto avere. L’Urania Milano travolge la Staff Mantova sul proprio parquet del “Pala Allianz Cloud” condannandola così alla quarta sconfitta di fila. I virgiliani avevano accarezzato l’illusione della vittoria alla fine del primo quarto quando avevano chiuso avanti per 21-22. Alla fine del secondo quarto, però, i wildcats li hanno sopravanzati di nove lunghezze (51-42) per poi andare sempre più in mare aperto grazie soprattutto al duo WilsonMontano. Top scorers: Aaron Thomas (Urania) 28 punti e Antonio Iannuzzi (Mantova) 26.

APU OLD WILD WEST UDINE – REALE MUTUA TORINO

Il match clou della giornata è stato spostato al 30 giugno 2022 alle 18 al “Pala Carnera” di Udine per la presenza di casi di Covid all’interno dello staff friulano.

Classifica Girone Verde

Acqua San Bernardo Cinelandia Park Cantù punti 14, Reale Mutua Torino, Apu Old Wild West Udine 12,Gruppo Mascio Treviglio e Giorgio Tesi Group Pistoia 12, Novipiù JB Casale Monferrato 10, Ucc Assigeco Piacenza, Urania Milano e Staff Mantova 8, 2 B Control Trapani 6, Infodrive Capo d’Orlando e Bakery Piacenza 4, Agribertocchi Orzinuovi ed Edilnol Biella 0.

Prossimo Turno (28 Novembre)

Ore 17:00 Acqua San Bernardo Cinelandia Park Cantù – Apu Old Wild West Udine
in forse a causa delle problematiche Covid nelle file dei friulani
Ore 17:00 Trapani- Urania MI
Ore 18:00 Staff MN- Reale Mutua TO
Ore 18:00 Novipiù JB Casale Monferrato- Gruppo Mascio Treviglio
Ore 18:00 Agribertocchi Orzinuovi- Assigeco PC
Ore 18:00 Bakery PC- Edilnol Biella

GTG Pistoia – Infodrive Capo d’Orlando posticipata al 22 dicembre 2021 ore 20:30 PalaCarrara

Girone Rosso

ATLANTE EUROBASKET ROMA – TRAMEC CENTO 51-66

Gara dal punteggio basso risoltasi ad appannaggio dei ferraresi. Il roster di coach Michele Mecacci coglie il secondo successo esterno di fila, per i capitolini di coach Damiano Pilot si tratta invece del terzo passo falso consecutivo. Cento sempre avanti dapprima con il minimo scarto ovvero 15-14 dopo i primi dieci minuti e per 25-24 all’intervallo lungo. Il secondo tempo ha invece regalato un altro copione con i ferraresi a dilagare sul più dieci (43-33) al 30’fino ai quindici punti di vantaggio finali. Top scorers: Kyndahl Hill (Atlante) 13 punti e Giacomo Zilli (Tramec) 14.

RISTOPRO FABRIANO – ORASI RAVENNA 73-85

Prosegue per i ravennati il testa a testa con Scafati con cui condividono, con quattordici punti, il ruolo di capolista. A finire al tappeto, per la seconda volta di fila, è stata la Ristopro Fabriano che in settimana ha risolto il contratto che la legava a Patrick Gatti ritornato in cadetteria con la Lissone Interni Bernareggio. Ravenna ha mantenuto costantemente il comando delle operazioni alzandosi in quota già di sette punti al primo quarto (15-22) e ampliando il divario all’intervallo lungo sul 37-49. Leggero ritorno dei marchigiani nel terzo quarto con Ravenna comunque ancora avanti per 64-57, poi l’affondo finale degli ospiti.Top scorers: Arik Smith (Fabriano) 25 punti e Daniele Cinciarini (Ravenna) 18.

TOP SECRET FERRARA – UNIEURO FORLI’ 78-76

I derby sono sempre il regno delle incognite e delle sorprese. E quello emiliano-romagnolo tra Ferrara e Forlì non ha fatto eccezione dando ragione di misura ai primi che interrompono una serie di due stop di fila. Forlì, invece, non riesce a dare continuità all’impresa contro Scafati. A consentire alla squadra di coach Spiro Leka di mettere le mani sulla partita è stato l’ultimo quarto chiuso con un parziale di 20-13. I primi tre erano invece stati nelle mani degli ospiti con i punteggi di 12-22 nel primo, 31-41 nel secondo e 58-63 nel terzo. Top scorers: Aj Pacher (Ferrara) 16 punti e Jeffrey Carrol jr (Forlì) 23.

LUX CHIETI BASKET – GIVOVA SCAFATI 64-82

Riscatto doveva essere e riscatto è stato. Scafati manda nel dimenticatoio il primo stop stagionale con Forlì e va a espugnare il “Pala Tricalle Leombroni” condannando i teatini al secondo stop di fila. I campani continuano così a condividere il trono con Ravenna. Scafati costantemente avanti con un primo quarto concluso sul più cinque (15-20) e un secondo di margine più consistente (31-39) fino al dilagare dei rimanenti due. Top scorers: Karl Johan Lips (Chieti) 17 punti e Rotnei Clarke (Scafati) 21.

UMANA CHIUSI- TEZENIS VERONA 69-78

Il gran cuore non è bastato. Pur giocandosela ad armi pari, la matricola San Giobbe Chiusi mastica amaro contro la corazzata Verona che si regala la quinta vittoria di fila. Senesi in vantaggio dopo i primi dieci minuti per 22-14, poi Verona l’ha ribaltata all’intervallo lungo che ha chiuso avanti per 37-36. Nel secondo tempo gli scaligeri hanno ampliato il fossato a nove punti nel terzo quarto (48-57) mantenendolo nel quarto. Top scorers: Lester Medford (Chiusi) con 16 punti e Karvel Anderson (Verona) con 29.

STELLA AZZURRA ROMA – NEXT NARDO’ 65-62

Dopo quattro stop di fila, la Stella Azzurra torna a sorridere superando di misura la matricola Nardò, I leccesi non sono così riusciti a bissare la vittoria ottenuta sul parquet amico contro l’altra matricola Fabriano. Primo tempo decisamente di marca ospite con un 13-11 a favore nei primi dieci minuti e un 26-19 all’intervallo lungo. I capitolini di coach Germano D’Arcangeli hanno avuto il merito di non scomporsi e hanno ribaltato la situazione nel terzo quarto chiudendolo in vantaggio per 42-41 , Poi, nell’ultimo, hanno leggermente incrementato il vantaggio. Top scorers: Sandi Marcius (Stella Azzurra) con 20 punti e Jazzmarr Ferguson (Nardò) 20.

ALLIANZ PAZIENZA SAN SEVERO – BENACQUISTA LATINA 80-78

Secondo acuto di fila per i foggiani dopo la vittoria di misura al “Milwaukee Dinelli Arena” di Cento. Stavolta a finire al tappeto è stata la Benacquista Assicurazioni Latina che non è riuscita a dare continuità al successo interno con Ferrara. Per decretare la squadra vincitrice si sono resi necessari i tempi supplementari. Padroni di casa avanti nel primo quarto per 21-17, poi ribaltamento Stella Azzurra all’intervallo lungo sul 38-41. Nel terzo gli ospiti hanno mantenuto le redini della gara sul punteggio di 50-57 ma San Severo ha imposto loro il pareggio negli ultimi dieci minuti a quota 72. Nei supplementari i pugliesi hanno preso il volo. Top scorers: Ty Sabin (San Severo) 28 punti e Terry Henderson (Latina) 15.

Classifica Girone Rosso

Givova Scafati e Orasi Ravenna punti 14, UniEuro Forlì 10, Tezenis Verona 9, Umana Chiusi, Allianz Pazienza Cestistica San Severo e Tramec Cento 8, Top Secret Ferrara, Lux Chieti, Stella Azzurra Roma, Atlante Eurobasket Roma e Next Nardò 6, Benacquista Assicurazioni Latina e Ristopro Fabriano 4.

Prossimo Turno (27, 28 e 30 Novembre)

27 novembre
Ore 17:00 Atlante Eurobasket Roma- Top Secret Ferrara

28 novembre
Ore 18:00 Orasi Ravenna- Cestistica San Severo
Ore 18:00 Givova Scafati- Ristopro Fabriano
Ore 18:00 Next Nardò- Umana Chiusi
Ore 18:00 Tezenis Verona- Stella Azzurra Roma

30 novembre
ore 20.30 UniEuro Forlì- Benacquista Assicurazioni Latina

Tramec Cento – Lux Basket Chieti posticipata al 22 dicembre 2021 ore 20:30 PalaTricalle Leombroni

in copertina un momento del Monday Night tra Urania Milano e Staff Mantova (Savino Paolella)

Articolo precedenteSerie C Femminile: Una“Giornata Rosa”.Le TaSp Ladies si presentano al PalaScapriano
Articolo successivoSerie B Old Wild West: il punto di Simone Franco
Sono Cristiano Comelli, dopo aver amato in gioventù lo sport praticato, sostanzialmente calcio (anche se, per onestà, devo dire che non ero un fuoriclasse), mi sono appassionato presto a quello raccontato assecondando l'altra mia grande passione, la scrittura. E mi sono lasciato presto avvolgere dal mondo della palla a spicchi dove l'incertezza, l'impresa che non ti attendi, l'emozione del punto a punto, il canestro da una parte all'altra del campo sono tutti fattori forieri di sicure ed entusiasmanti vibrazioni. Il basket è il mondo dove tutto è possibile. E per questo non amarlo è assolutamente impossibile. Ciao e buona lettura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here