L’OraSì Ravenna vince 82-93 sul campo di Ferrara e ottiene il terzo successo in campionato in un derby acceso e colorato. I giallorossi sono stati bravi a rispondere all’avvio grintoso dei padroni di casa, disputando un secondo tempo più attento e piazzando un parziale di 8-24. Ferrara, avversario duro e mai domo, si è riportata sotto, ma la solidità mentale dell’ultimo quarto ha permesso all’OraSì di portare a casa una vittoria preziosa. Sei i giocatori in doppia cifra, ma è stata la difesa degli ultimi due quarti l’arma vincente dei ragazzi di coach Lotesoriere.

La partita
Il clima da derby si accede prima della palla a due con i cori delle due tifoserie. L’OraSì parte con Tilghman, Arnaldo, Cinciarini, Sullivan, Simioni. Al canestro di Panni risponde Simioni poi Ferrara sale 9-2 e Lotesoriere chiama timeout. Al rientro Simioni (post basso e tripla) e un gioco da tre punti di Cinciarini portano Ravenna a -1 (11-10), nuovo allungo estense poi Oxilia e Tilghman per il 16-14. Entrano anche Denegri, Gazzotti e Berdini ma è ancora Simioni con il nono punto personale del quarto a tenere lì l’OraSì (19-16). Lo equilibrio accompagna le due squadre alla prima sirena (23-21).

La tripla di Gazzotti in apertura di secondo quarto vale il primo vantaggio OraSì, puntellato da Sullivan (23-26) poi la tripla di Petrovic rimette tutto in parità. La fase centrale del quarto si gioca punto a punto, con l’inerzia leggermente dalla parte dell’OraSì, che va a segno con Denegri, Sullivan, Berdini e Tilghman. Nel finale Ferrara torna avanti con Filoni e Pacher (46-40).

Al rientro in campo i ritmi restano alti, Ferrara parte bene e l’OraSì risponde colpo su colpo con Oxilia, Tilghman e la tripla di Cinciarini (50-47). Il tecnico alla panchina di casa scalda ulteriormente il match, Cinciarini riscatta dalla lunetta (52-50). L’OraSì alza i giri in difesa e le percentuali estensi si abbassano, in attacco Sullivan e Tilghman allungano il parziale giallorosso, costringendo Leka al timeout (52-56). Entra Mayfield per Ferrara ma l’OraSì non si scompone e con Tilghman porta il vantaggio in doppia cifra (54-64). Finale di tempo favorevole alla Top Secret e all’ultimo intervallo il punteggio è 65-69.

Denegri riapre le ostilità con il canestro del +7, dall’altra parte Pacher è incontenibile e riporta sotto i suoi e Filoni mette il canestro del 71-72 per il necessario timeout di coach Lotesoriere. La freddezza di Cinciarini dalla lunetta mette un possesso intero tra le due squadre quando mancano ancora 6’30” alla fine, un’eternità. La sfida si gioca sui dettagli, sui nervi e sui singoli possessi. Gli ultimi tre minuti scattano con le squadre in parità (78-78), gli errori arrivano da una parte e dall’altra, fino al 2+1 di Tilghman (78-81). Mayfield fa 2/3 ai liberi e a -1’30” è ancora parità (82-82).

Si gioca in una bolgia, Simioni torna a segnare il nuovo vantaggio e subisce fallo, facendo esplodere lo spicchio dei tifosi giallorossi, aggiuntivo a segno, 82-85 a 1’13” dalla fine, timeout Leka. La difesa giallorossa produce una palla recuperata e dall’altra parte il canestro di Simioni su rimbalzo d’attacco vale il +5. Tilghman dalla lunetta mette i titoli di coda, finisce 82-93.

Il commento di coach Alessandro Lotesoriere: “Per prima cosa complimenti a Ferrara che nonostante le defezioni ha giocato una partita di grande energia. Credo che la chiave per noi sia stata nello spogliatoio, abbiamo sistemato alcune cose difensive e abbiamo ricominciato a difendere da Ravenna: è il nostro marchio di fabbrica, è ciò di cui abbiamo bisogno. I ragazzi sono stati molto bravi nella lotta a rimbalzo, hanno saputo tenere la taglia fisica degli avversari e si sono dati da fare per aiutarsi l’un l’altro. Essere riusciti a giocare la nostra pallacanestro, almeno difensiva, negli ultimi di quarti è la nota positiva che mi porto a casa insieme i due punti“.

Top Secret Ferrara – OraSì Ravenna 82-93
(23-21, 46-40, 65-69)

Ferrara: Pacher 25, Pianegonda 3, Mayfield 9, Panni 11, Petrovic 10, Filoni 10, Fantoni 4, Manfrini, Vildera 10, Bonanni, Vencato ne, Galliera NE. All.: Leka.
Ravenna: Tilghman 22, Cinciarini 13, Gazzotti 6, Simioni 14, Oxilia 10, Berdini 2, Arnaldo, Sullivan 12, Denegri 14, Laghi ne. All.: Lotesoriere. Assistenti: Zambelli, Villani.

Foto Giacomo Ravaioli

Articolo precedenteTre su tre San Giobbe. Grande prova contro Latina, al PalaBianchini finisce 70-79
Articolo successivoA2 femminile Sud: Palagiaccio Firenze sconfitta in rimonta a La Spezia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here