Esordio vincente per Milano e Virtus Bologna, bene anche Sassari e Venezia, Roma batte a sorpresa la Fortitudo.

Ad aprire la nuova stagione ci hanno pensato la De’ Longhi Treviso e la Dolomiti Energia Trentino che hanno dato vita ad un incontro avvincente ed emozionante deciso solo negli ultimi minuti in favore dei padroni di casa che erano partiti benissimo chiudendo i primi due quarti sul +14 dopo essere stati avanti anche di 19. Nel secondo tempo però grande reazione degli ospiti i quali, trascinati da JaCorey Williams (21), ribaltano la situazione toccando il +7 a sei minuti dal termine quando Treviso piazza un break di 15-3 che gli consente di andare a prendersi una vittoria meritata propiziata in particolare dalle ottime prove di David Logan (17) e DeWayne Russell (15+9a).

La principale candidata al successo finale del titolo, l’Armani Exchange Milano, passa alla Unipol Arena di Bologna contro una UNAHOTELS Reggio Emilia (Joshua Bostic 17) bravissima nella prima parte a reggere l’urto della corazzata allenata da Ettore Messina la quale nel secondo tempo inserisce le marce più alte soprattutto in difesa e chiude con grande autorità sul +16 con Zach Leday (17) e Luigi Datome (14) migliori realizzatori.

Destini opposti per le due squadre bolognesi. Esordio vincente e convincente per la Virtus Segafredo che mette le cose in chiaro già nel primo tempo (45-30 il parziale) e batte con facilità l’Acqua S. Bernardo Cantù con 13 punti di un ottimo Amedeo Tessitori mentre la Fortitudo Lavoropiù cade in maniera alquanto sorprendente a Roma contro una Virtus che resta sempre avanti praticamente per tutti e quaranta i minuti ed ottiene un successo più che legittimo grazie alle bellissime prove di Dario Hunt (24+9r con 11/12 da due) e Gerald Robinson (19). Alla squadra allenata da coach Romeo Sacchetti, decisamente alquanto sottotono, non sono bastati i 16 punti a testa realizzati da Matteo Fantinelli e Todd Withers ed a rendere ancora più negativa la giornata ci si è messo l’infortunio ad una mano nel finale che sarà da valutare nei prossimi giorni alla stella Adrian Banks.

Altre due delle probabili protagoniste del campionato bagnano il loro esordio stagionale con un successo, stiamo parlando del Banco di Sardegna Sassari e dell’Umana Reyer Venezia. I sardi di coach Gianmarco Pozzecco soffrono e vanno sotto anche in doppia cifra di svantaggio nel secondo quarto in quel di Pesaro contro la Carpegna Prosciutto (Justin Robinson 15) ma sono bravi a rimontare e poi, con un parziale di 0-6 negli ultimi minuti ,indirizzano chiaramente la gara chiudendo sul +10 con un ottimo Eimantas Bendzius (23 con 7/12 dal campo) ed un buonissimo Miro Bilan (16 con 7/9 da due).

Nel posticipo domenicale invece l’Umana piega l’Happy Casa Brindisi volando sul +14 alla fine del terzo quarto e mantenendo il vantaggio fino a quattro minuti dalla fine quando i pugliesi hanno una splendida reazione che li porta a -6 ma a questo punto sbagliano diversi tiri per accorciare ulteriormente le distanze sancendo così il successo di Venezia che ha avuto 18 punti con 7/9 da due da Mitchell Watt e 14 punti da Austin Daye.

Bellissimo ed equilibratissimo il derby lombardo fra l’Openjobmetis Varese e la Germani Brescia con il successo dei padroni di casa al termine di una gara risoltasi dopo un overtime con la tripla che chiude i conti firmata da Arturs Strautins. Da sottolineare la doppia doppia di un eccellente Luis Scola (23+11r) per Varese mentre fra gli ospiti Andrew Crawford chiude con 19 punti.

Tutto molto semplice per l’Allianz Trieste che travolge la Vanoli Cremona segnando la bellezza di 102 punti e chiudendo i conti già nel primo tempo con un parziale di 51-31. Fra gli uomini allenati da coach Eugenio Dalmasson molto bene Myke Henry (24 con 8/10 dal campo) e Andrejs Grazulis (18 con 7/8 da due) mentre fra gli ospiti l’unico a salvarsi è stato TJ Williams (22).

Inside the Game: LBA Anatomy

9 i punti di Adrian Banks con un pessimo 3/11 dal campo nella sconfitta di una brutta Fortitudo Lavoropiù Bologna a Roma.

10 il passivo a rimbalzo di una comunque buonissima Carpegna Prosciutto Pesaro che cede alla maggiore fisicità sotto canestro del Banco di Sardegna Sassari.

17 i punti di un ottimo Joshua Bostic che non sono bastati però alla UNAHOTELS Reggio Emilia per battere la corazzata Armani Exchange Milano.

18 i punti di Mitchell Watt, con 7/9 da due, uno dei principali protagonisti della vittoria dell’Umana Reyern Venezia contro l’Happy Casa Brindisi.

19 i punti per Andrew Crawford nella sconfitta della sua Germani Brescia nel derby lombardo esterno sul parquet della Openjobmetis Varese.

20 i tanti, troppi, errori al tiro da tre (10/30) dell’Acqua S.Bernardo Cantù nella netta sconfitta in trasferta contro la Virtus Segafredo Bologna.

21 i punti di JaCorey Williams nella sconfitta della sua Dolomiti Energia Trentino sul parquet di Treviso nonostante una bella rimonta da -19.

21,4 la pessima percentuale al tiro dal campo di D’Angelo Harrison (3/14) nella sconfitta della sua Happy Casa Brindisi a Venezia.

22 i punti di TJ Williams, l’unico a salvarsi nella pesante sconfitta della Germani Brescia a Trieste.

23 i punti di un eccellente Luis Scola che trascina l’Openjobmetis Varese al successo sulla Germani Brescia dopo un overtime.

31 i (pochi) punti subiti dalla Armani Exchange Milano nel secondo tempo per un successo tutto maturato appunto nei due quarti conclusivi grazie ad una ottima difesa.

43 i punti della coppia Dario HuntGerald Robinson che porta una solidissima Virtus Roma al sorprendente successo contro la Fortitudo Bologna.

45 i punti nel primo tempo della Virtus Segafredo Bologna che supera con pochissimi problemi l’Acqua S.Bernardo Cantù.

50 come la percentuale al tiro da tre nella prima gara della stagione della De’ Longhi Treviso (11/22), con grandissimo protagonista Matteo Imbrò (4/4), per il successo in volata sulla Dolomiti Energia Trentino.

51 i punti per tempo della Allianz Trieste per l’agevole successo sulla Germani Brescia.

55 i punti nel secondo tempo del Banco di Sardegna Sassari che alla fine riesce a prevalere sul parquet di Pesaro con 23 punti di Eimantas Bendzius.

Foto di copertina: la formazione 2020/21 della Dè Longhi Treviso Basket (Credits Gregolin)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here