Una Dolomiti Energia Trentino mai doma recupera dal -20 al cospetto dell’Umana Reyer Venezia ma cede nel finale punto a punto alla dirompente forza fisica e al talento dei padroni di casa, che strappano i due punti decisivi per vincere il girone C di Eurosport Supercoppa e volare alle Final Four di Bologna.

Nel sesto turno, dopo un brutto impatto iniziale, i bianconeri di coach Brienza hanno giocato una partita di coraggio e intensità, arrivando a un passo dall’impresa: i riferimenti offensivi dell’Aquila sono stati JaCorey Williams, che ha chiuso il match con 22 punti (9/12 dal campo) e cinque rimbalzi, e Gary Browne (17 punti, otto assist, otto falli subiti, quattro rimbalzi). Nel momento di massima difficoltà dei bianconeri però importanti segnali sono arrivati da Victor Sanders (11 punti e due triple) e capitan Toto Forray, l’unico bianconero a giocare tutti e 27 i precedenti contro la Reyer prima della partita di stasera.

La cronaca | I padroni di casa partono fortissimi con due triple immediate e un 8-0 di break per aprire la partita, ma un paio di canestri con fallo di un pimpante Williams tengono a tiro i bianconeri, che contro una delle migliori difese del campionato faticano a trovare la via del canestro. Con le giocate di creatività ed esperienza di Pascolo e Forray il primo quarto si chiude con la Reyer avanti 21-15.

La Reyer sale di colpi e allunga nel secondo quarto, quando una scarica di triple dei tiratori orogranata lancia la fuga dei padroni di casa: sono le stoccate di Browne e del “solito” Williams a dare un po’ di ossigeno all’attacco di Trento, che però chiude sotto di 14 lunghezze i primi 20’ di gioco (45-31).

Watt e compagni aumentano il vantaggio fino al +20 (55-35), ma a quel punto i bianconeri cominciano una lenta ma esaltante rimonta in cui brillano il talento di Browne e i tiri da fuori di Sanders: due triple di Victor innescano un break dei bianconeri, che crescono in difesa e trovano continuità e brillantezza in attacco. In un attimo il tabellone del Taliercio recita 57-51 dopo i primi 30’.

Nell’ultimo quarto Forray suona la carica con due triple consecutive, ma alla Dolomiti Energia non riesce il colpo del ko: la Reyer reagisce con la potenza dei suoi lunghi e il suo dominio a rimbalzo d’attacco, Browne e Williams tengono vive le speranze dell’Aquila ma alla fine la spunta Venezia.

Le parole di coach Nicola Brienza | «Dopo Treviso anche qui a Venezia siamo partiti male, un aspetto su cui dobbiamo lavorare e migliorare tanto in vista delle partite che varranno due punti: non possiamo permetterci di essere così soft impattando la partita, dobbiamo essere più pronti ed aggressivi. Però sono contento della reazione della squadra, che c’è stata ed è stato molto positiva: i ragazzi hanno messo in campo tutto quello che hanno in questo momento e siamo arrivati vicini al completare la rimonta. Adesso abbiamo un paio di settimane per preparare la prima di campionato contro Treviso, con la voglia di continuare il processo di crescita inserendo al meglio Martin e attendendo il rientro di Maye».

Umana Reyer Venezia – Dolomiti Energia Basket trentino  78-75
Parziali: 21-15; 45-31; 57-51

Venezia: Casarin 5, Stone 2, Bramos 10, Tonut 13, Daye 2, De Nicolao 13, Vidmar 2, Chappell 4. Mazzola 8, D’Ercole ne, Cerella, Watt 19. All. De Raffaele.

Trento: Martin 2, Jovanovic ne, Pascolo 6, Conti ne, Browne 17, Forray 10, Sanders 11, Mezzanotte 2, Morgan 3, Williams 22, Ladurner 2. All. Brienza.

La prossima | I bianconeri apriranno la regular season di campionato con la prima giornata di campionato di Serie A in programma nel weekend del 26 e 27 settembre al PalaVerde contro la De’ Longhi Treviso.

Ufficio Stampa Aquila Basket                                                           (foto Daniele Montigiani – Aquila Basket Trento)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here